Miracolo di San Gennaro: oggi il sangue si è sciolto

Attraverso il proprio sito ufficiale, la Diocesi di Napoli ha reso noto che il Miracolo di San Gennaro ha avuto luogo: il sangue si è sciolto.

Miracolo San Gennaro
L’Arcivescovo Battaglia al momento della verifica del miracolo (via screenshot)

“Alle ore 17.18 del 2 maggio, secondo giorno di preghiera, si è ripetuto il prodigio della Liquefazione del sangue di San Gennaro, si legge sul sito ufficiale della Diocesi di Napoli. Si tratta di uno degli eventi più attesi nella città partenopea, molto legata al culto del Santo patrono ed il Miracolo ad esso collegato.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> De Luca su Fedez: “Polemica contro la Lega? Dio lo benedica” – VIDEO

A causa delle restrizioni messe in atto per il contenimento del Covid-19, anche quest’anno non si è tenuta la tradizionale processione. Come ricorda il sito della Diocesi, questa ricorrenza avviene sempre “nel pomeriggio del sabato che precede la prima domenica di maggio”. Si tratta di un corteo di fedeli che si dirigono “dal Duomo alla chiesa di Santa Chiara, con la Teca contenente il sangue e con il busto del Santo Patrono di Napoli e della Campania, unitamente alle statue di alcuni Santi compatroni”. Di norma, durante il cammino, avviene il miracolo della liquefazione del sangue. Quest’anno, però, si è potuta svolgere la sola Celebrazione Eucaristica nella Chiesa Cattedrale.

Il Miracolo di San Gennaro è avvenuto: la preghiera dell’Arcivescovo Battaglia

Miracolo San Gennaro
L’arcivescovo di Napoli invita alla preghiera (via web)

L’Arcivescovo Mimmo Battaglia ha tenuto un discorso per l’occasione. Oggi avviene il mio primo impatto con ciò che istintivamente si direbbe “qualcosa”, il sangue, il sangue custodito e venerato gelosamente per secoli, di un testimone di Cristo”, ha spiegato. Si tratta, infatti, della prima volta da quando è stato nominato al posto di Crescenzio Sepe che il sangue si scioglie.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, De Magistris si vaccina: “Fatelo tutti. Il Paese deve accelerare”

Si ricorda, infine, che dal oggi 2 e fino al 9 maggio i fedeli potranno recarsi alla Cattedrale per pregare nei pressi delle Reliquie. Sul sito della Diocesi di Napoli si specifica che ciò potrà avvenire “dalle ore 9 fino alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 19”.