Covid, colori delle regioni: cosa potrebbe cambiare oggi

Covid, colori delle regioni: la maggior parte del paese dovrebbe restare giallo ma c’è chi rischia di diventare zona rossa

Covid
Covid, i colori delle regioni da lunedì (Getty Images)

Come ogni venerdì le regioni italiane si preparano a attendere i nuovi dati e quindi gli eventuali cambi di colore e di regole a partire da lunedì prossimo. Dati alla mano la Campania dovrebbe restare in zona gialla per la seconda settimana consecutiva dopo essere stata rossa per più di un mese.

La maggior parte dello stivale è giallo e così dovrebbe restare anche se non manca chi potrebbe cambiare in senso migliorativo. È il caso della Puglia che da arancione dovrebbe diventare gialla e della Sardegna che dopo il repentino passaggio da zona bianca a rossa, oggi la Cabina di Regia e il Ministero della Salute potrebbe far entrare l’isola in arancione da lunedì prossimo.

Ma c’è anche chi rischia una modifica peggiorativa come la Valle d’Aosta che da arancione sembrerebbe prossima al rosso. L’andamento in generale in tutta Italia riporta comunque dati in discesa. Il virus continua a circolare, più lentamente, ma fa ancora paura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, iniziativa per gli over 80: corse gratis per andare a fare il vaccino

Covid, Figliuolo: “Vicini a 500mila vaccinati al giorno”

Francesco Figliuolo
Francesco Paolo Figliuolo (Ministero della Difesa)

In attesa delle ufficialità, vediamo quali potrebbero essere i colori delle regioni a partire dalla settimana prossima. Zona gialla per Campania, Friuli Venezia Giulia, Basilicata, Abruzzo, Provincia Autonoma di Bolzano, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Umbria e Toscana.

Zona arancione per la Sicilia e la Calabria mentre si attendono gli gli esiti di chi potrebbe lasciare questo colore per diventare giallo (la Puglia) e di chi potrebbe entrarci lasciando il rosso (la Sardegna). Nessuno ha i dati poter entrare in zona bianca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino di oggi 29 aprile

Prosegue intanto la campagna vaccinale. Il Commissario all’Emergenza, il generale Francesco Paolo Figliuolo, nella registrazione del programma di Bruno Vespa Porta a Porta ha detto che siamo vicini al traguardo di 500mila vaccinati al giorno e che ci sono “le potenzialità per arrivare anche a 600-700mila”.