Avellino, omicidio davanti a moglie e figlio: ucciso dipendente della Fca

Un efferato omicidio ha sconvolto Avellino. Infatti nella serata di ieri un dipendente della Fca è stato ucciso davanti alla moglie ed il figlio. 

Avellino Omicidio
Efferato delitto nell’avellinese (Foto: Questura di Napoli)

Misterioso omicidio ad Avellino nella serata di ieri. Infatti, intorno alle ore 23, un giovane con il volto coperto ha fatto irruzione in un’abitazione privata. Così puntando un dipendente della Fca lo ha ucciso davanti alla moglie ed al figlio. Il nome della vittima è Aldo Gioia dipendente per lo stabilimento di Pratola Serra. L’uomo era ancora vivo quando sono arrivati i soccorsi del 118.

POTREBBE INTERESSARTI >>>  Campania zona gialla da lunedì: tutti i nuovi colori delle Regioni

I sanitari dell’ambulanza hanno trasportato l’uomo al pronto soccorso in codice rosso, all’Ospedale Moscati di Avellino. Purtroppo poco dopo l’arrivo al pronto soccorso, l’uomo ha perso la vita. Al momento regna il mistero intorno al movente dell’omicidio. Infatti poco dopo la morte di Gioia, le forze dell’ordine hanno deciso di interrogare sia la moglie che il figlio. Andiamo quindi a a vedere come proseguono le indagini.

Avellino, omicidio nella serata di ieri: interrogati i familiari della vittima

Avellino omicidio
Tutte l’indagine sul crimine nell’avellinese (via social)

Poco dopo la morte di Aldo Gioia, gli investigatori delle forze dell’ordine hanno deciso di interrogare sia la madre che la figlia della vittima. Infatti stando alle prime notizie, si sta cercando di capire se l’omicidio sia premeditato o se sia frutto di una rapina finita male. Inoltre è spuntata anche la pista della lite familiare. Secondo le indagini, al momento dell’omicidio, in casa c’erano anche i fidanzati delle due figlie.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Miano, agguato in un bar: ucciso 60enne con precedenti penali

Al momento è al vaglio degli investigatori la versione familiare. Sul posto sono giunti gli agenti della squadra mobile della e la polizia scientifica per avviare le indagini. Inoltre, la moglie e le figlie al momento sotto shock non sono riusciti a fornire una versione coerente ai militari. Inoltre l’obiettivo della polizia è trovare l’arma del crimine, ma soprattutto capire se in casa ci fossero altre persone.