Denis Pipitone, il legale di Piera Maggio pubblica una nuova foto: è lei?

Denise Pipitone, dopo il caso della ragazza russa ecco una nuova foto pubblicata anche dall’avvocato della famiglia

Denise Pipitone
Denise Pipitone, la nuova foto (screen Twitter)

Dopo il caso di Olesya Rostova si continua a parlare di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo, nel Trapanese, nel 2004. Ieri a Pomeriggio 5, il programma di Barbara d’Urso, è spuntata un’altra foto dal profilo Twitter di Giacomo Frazzitta.

Sul social dell’avvocato di Piera Maggio, madre della bambina, è comparsa la foto di una bambina che assomiglia molto alla piccola siciliana, scattata in un campo nomade in Slovacchia.

L’avvocato ha retwittato la foto di un utente che chiede se qualcuno aveva già visto questa foto. Accanto a lei un altro bambino che sembra avere tra le mano un’armonica. Un dettaglio che rimanda alle memoria una delle prime e clamorose segnalazioni fatte dopo la scomparsa.

Qualche settimana dopo il 1 settembre 2004, giorno in cui si persero le tracce di Denise, una guardia giurata a Milano, Felice Greco, aveva girato un video con il cellulare di una bambina molto simile alla piccola siciliana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Arrestato comandante vigili nel Milanese: droga nell’auto della collega

Denise Pipitone, nuova segnalazione

Denise Pipitone, foto web

Della foto al momento non si conosce molto e non si sa neanche quando sia stata scattata. L’utente che l’ha pubblicata chiede infatti se risalga al periodo della scomparsa.

Del fatto si è occupato ieri anche Mattino 5, il programma di Canale 5 condotto da Federica Panicucci. Le foto pubblicate all’utente che si chiedono a quando risalgono sono almeno tre e in una, accanto ad alcuni bambini, c’è una bimba che somiglia a lei.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, deciso il futuro di Mertens

Dopo la delusione per il caso di Olesya e del polverone mediatico che ne è seguito la famiglia spera di non imbattersi in un’altra delusione. Nel frattempo è partita la campagna social, sostenuta da Piera Maggio e dall’avvocato, di inondare il web delle foto di come sarebbe oggi la bambina.