Arrestato comandante vigili nel milanese: droga nell’auto della collega

Arrestato comandante dei vigili di Trezzano sul Naviglio: per vendetta avrebbe messo la cocaina sulla vettura dell’omologa di Corbetta

Arrestato comandante vigili
Arrestato comandante vigili di Trezzano sul Naviglio (foto pagina Facebook del Comune)

Non è la sceneggiatura di una bella fiction poliziesca né la trama di un romanzo. I fatti sono anche tutti da verificare ma l’arresto è reale. Questa mattina sono scattate le manette per Salvatore Furci, comandante dei vigili di Trezzano sul Naviglio, in provincia di Milano. L’accusa è grave: avrebbe messo della cocaina nella macchina di una collega, Gaia Lia Vismara, la comandante dei vigili di Corbetta, altro comune milanese.

Il 4 gennaio scorso nell’auto della donna fu trovata la droga. Secondo l’accusa fu direttamente Furci o tramite altre persone a lasciare la cocaina nella vettura. Con questa ricostruzione è arrivata la richiesta di arresto del procuratore aggiunto di Milano Alessandra Dolci e del sostituto procuratore Gianluca Prisco dopo le indagini della squadra Mobile di Milano. Manette anche per un cittadino albanese, Memushi Mariglen. Entrambi sono accusati di calunnia aggravata e detenzione di stupefacente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, scempio nei pressi del Cimitero delle Fontanelle: l’accaduto

Arrestato comandante vigili, i motivi in una vendetta personale

palermo grasso
Foto via social

I motivi sarebbe riconducibili a una vendetta personale e i fatti hanno origine tre anni fa, nel 2018. Quell’anno Furci aveva tentato il concorso per diventare ufficiale presso il corpo dei vigili di Corbetta. Non ottenne la carica anche per il giudizio negativo espresso dalla comandante dopo il periodo di prova tenuto l’anno successivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, scontri tra polizia e manifestanti del movimento “IoApro”

Nel 2020 c’è stato un controllo sull’auto della donna e una telefonata al 112 dove si segnalava la presenza della droga nella vettura. La Squadra Mobile ha incrociato vari dati, ha visualizzato le immagini di videosorveglianza e ha acquisito la registrazione della telefonata che sarebbe stata fatta dal complice Memushi Mariglen, nonostante il tentativo di camuffare la propria voce. Il comandante di Trezzano sul Naviglio avrebbe anche tentato di ottenere informazioni su eventuali procedimenti a sua carico presso il Tribunale di Milano tramite dei conoscenti.

Il sindaco di Corbetta, Marco Ballarini – che ha sempre difeso la Vismara –  ha esultato per l’arresto con un post su Facebook: “Una lunga battaglia per la legalità che finalmente stiamo vincendo”, ha scritto.

‼‼⚠ ULTIM’ORA: LA COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE DI CORBETTA E’ INNOCENTE! LA DIREZIONE ANTIMAFIA DELLA PROCURA DI…

Pubblicato da Marco Ballarini su Lunedì 12 aprile 2021