Vaccino AstraZeneca, priorità agli over 80: chi dovrà aspettare

Da lunedì il vaccino di AstraZeneca sarà indirizzato agli over 80. Andiamo a vedere quali categorie dovranno aspettare la somministrazione del siero.

Vaccino AstraZeneca
A chi verrà somministrato il siero anglo-svedese (Getty Images)

Svolta nella campagna vaccinale da lunedì. Infatti il vaccino di AstraZeneca sarà indirizzato agli Over 80 ed alle persone fragili, grazie all’ordinanza del generale Francesco Paolo Figliuolo. Inoltre, nell’ultima settimana, il governo ha ridefinito tutti i parametri per l’immunizzazione di massa. In cima alla lista delle priorità, infatti, troviamo proprio chi ha più di 80 anni, insieme alle persone con fragilità.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Pozzuoli, blitz dei carabinieri in un ristorante: 12 multati e locale chiuso

A seguire troviamo la fascia d’età 70-79 anni e poi a seguire coloro che vanno dai 60 ai 69 anni. Come indicato dall’Aifa il siero utilizzato sarà soprattutto quello di AstraZeneca. Il farmaco, infatti, finì sotto i riflettori dopo i diversi casi di trombosi. Infatti dopo le indagini si è scoperto che il comune denominatore era che tutti i casi si erano verificati in pazienti under 55, generalmente donne. Dopo aver analizzato i casi, il siero è stato quindi indirizzato a tutti gli Over 60.

Vaccino AstraZeneca, le nuove indicazioni del Governo: come prosegue la campagna vaccinale

Vaccino AstraZeneca
L’azienda assicura l’arrivo di nuove dosi (Getty Images)

La ridefinizione dei nuovi parametri, infatti, potrebbe far slittare l’immunizzazione degli insegnanti che avevano già prenotato la prima dose del siero britannico. Mentre invece non dovrebbero esserci stop o rimodulazioni per chi ha già ricevuto la prima dose di AstraZeneca. Così proseguirà la campagna vaccinale con questi nuovi paramentri. Inoltre tra martedì e mercoledì dovrebbero arrivare altre 175mila dosi del vaccino di Oxford.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, 27enne muore per depressione da Covid: aperta un’inchiesta

Ma non solo, infatti queste due giornate saranno decisive anche per l’arrivo delle prime dosi del vaccino di Johnson & Johnson. Infatti all’aeroporto militare di Pratica di Mare dovrebbero arrivare 184mila delle 500mila dosi del siero statunitense previste per il mese di aprile. Il nuovo vaccino aiuterà ad accelerare il processo di immunità di gregge, visto che è in grado di immunizzare con una sola dose.