“Claudio Lotito tifa Roma”: clamorosa rivelazione dell’amico

Claudio Lotito, Lino Banfi in un’intervista a La Gazzetta dello Sport svela che prima di essere presidente andavano allo stadio insieme

Claudio Lotito
Claudio Lotito, cos’ha detto Lino Banfi (Getty Images)

In un’intervista a La Gazzetta dello Sport il popolare e sempre più amato Lino Banfi ha fatto una grande rivelazione su Claudio Lotito, il presidente della Lazio. L’attore pugliese è da sempre tifoso della Roma e parlando di quando andava allo stadio e delle prime volte con moglie e il figlio, ha rivelato che accanto a lui c’era un tifoso particolare: Claudio Lotito.

Ci sarebbe dunque un passato da romanista per il numero uno biancoceleste. L’attore ha raccontato che c’era sempre un signore che si lamentava degli arbitri. Una volta chiese chi fosse, gli dissero che aveva un’impresa di pulizia e che si chiamava Claudio Lotito. Ha fatto intendere che all’inizio non gradiva sempre sempre vicino a lui: “mamma mia, ma sempre vicino a questo dobbiamo stare?” ha detto. Con il tempo i due hanno instaurato un rapporto, sono diventati amici tanto che Lotito ha avuto anche un piccolo ruolo in l’Allenatore nel pallone 2.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus-Napoli, le parole di Rizzoli scatenano la polemica: rabbia social

Il giudizio di Lino Banfi sulla Roma di quest’anno

Lino Banfi (Getty Images)

Banfi quindi conferma che Lotito era romanista perché quando i giallorossi segnavano era felice ma afferma anche – forse con ironia – che non è escluso che andasse allo stadio per gufare. L’attore ha anche dato un giudizio alla Roma di quest’anno, anche nelle vesti di Oronzo Canà, il famoso allenatore di calcio per interpretò ne L’allenatore nel pallone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, Insigne pronto all’addio: resterà in Serie A

Non si è detto molto soddisfatto del ‘collega’ Fonseca e dà alla Roma un 6.5, ma crede comunque che la squadra riuscirà a raggiungere l’obiettivo Champions. Del tecnico dice che deve sorridere di più e che l’allenatore che ha amato è Carlo Mazzone. Nel frattempo aspetta il ritorno di Spinazzola che “corre come una saetta” e dà un consiglio a Zaniolo che piace alle donne a non esagerare perché possono diventare pericolose.