WhatsApp, è possibile leggere i messaggi senza essere spiati: come fare

Spunta su WhatsApp un nuovo trucco per leggere i messaggi senza essere spiati. Un nuovo trucco sta lasciando gli utenti dell’applicazione a bocca aperta.

WhatsApp messaggi spiati
Nuovo trucco sull’app di messaggistica istantanea (via Screenshot)

Non tutti hanno apprezzato l’arrivo delle spunte su WhatsApp, con gli utenti spiati dagli interlocutori che ricevono i messaggi. Infatti il suo arrivo creò non poche polemiche, recepito come un controllo troppo invadente da parte di tutti coloro che utilizzano l’applicazione. Così molti degli appassionati dell’app di Menlo Park hanno deciso di smanettare per risolvere questo fastidioso problema.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Postepay Connect, tris di offerte telefoniche imperdibili: solo ad aprile

Infatti eliminare questa funzione è molto facile e per farlo bisognerà scavare nelle impostazioni, con l’app che ha voluto nascondere la disattivazione del tool. Infatti nella schermata principale di WhatsApp dovrete andare sui tre puntini in alto a destra. Successivamente dovrete andare prima su ‘Account‘ e poi su ‘Privacy‘. Infine dovrete scorrere fino a “Conferme di lettura”, disattivando quindi la spunta blu.

WhatsApp non solo il trucco per evitare di essere spiati: nuovi stickers in arrivo

WhatsApp novità
Tutti gli sticker dedicati alla campagna vaccinale (via Screenshot)

Ma le novità non arrestano per WhatsApp, pronta a sensibilizzare nuovamente sulla campagna vaccinale. Infatti arriva una stretta collaborazione con l’Oms, con l’applicazione che ha deciso di lanciare il pacchetto di stickers denominato ‘Vaccines for All‘. Inoltre tutti i nuovi stickers saranno disponibili sia per Android che per iOS. L’annuncio è arrivato proprio attraverso la sezione FAQ’s del sito ufficiale di WhatsApp.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Tim, prorogate tre super offerte fino a maggio: dettagli e costi

Infatti nel comunicato Menlo Park annuncia di aver stretto l’accordo con l’Oms, dopo che in questi mesi ha collaborato con 150 governi statali, nazionali e locali. Inoltre già durante il primo lockdown, l’applicazione ha collaborato con Oms e WhatsApp. Infatti durante il 2020, per sensibilizzare sulla pandemia, WhatsApp lanciò una serie di stickers in cui invitava al distanziamento sociale ed al prendere le giuste misure di sicurezza. In quell’occasione il pacchetto di stickers prese il nome di ‘Insieme a casa‘.