Vaccino AstraZeneca, si avvicina la decisione dell’Ema: in arrivo limitazioni

Spuntano le prime indiscrezioni riguardo la decisione dell’Ema sul vaccino di AstraZeneca. Stando al Cts, il siero sarà usato solamente per gli Over 60.

Vaccino AstraZeneca decisione Ema
Si attende la conferenza stampa dell’Ema (Getty Images)

C’è grande attesa per la decisione dell’Ema sul vaccino di AstraZeneca. Infatti alle ore 16:00 l’Agenzia del Farmaco Europea terrà una conferenza stampa in cui annuncerà la decisione definitiva sul siero britannico. Stando a molte indiscrezioni si procederà seguendo la linea lanciata dalla Germania. Infatti nel paese tedesco il vaccino è utilizzato solamente per gli Over 60. A confermare l’indiscrezione ci ha pensato il membro del Cts Sergio Abrignani, immunologo della Statale di Milano.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Denise Pipitone, la notizia è ufficiale: parla il legale di Piera Maggio

Proprio Sergio Abrignani si è soffermato a lungo sul vaccino che sta facendo discutere dalla sua approvazione. Infatti stando al membro del Comitato Tecnico Scientifico, l’Ema prenderà una decisione a senso unico seguendo le orme di Germania e Francia. Infatti su 25 milioni di vaccinazioni con AstraZeneca, si sono verificati 50 casi di trombosi, tutte in persone al di sotto dei 60 anni. E’ questo il comune denominatore dei casi di trombi verificati in giro per il mondo. Andiamo quindi a vedere le parole di Speranza sul siero.

Vaccino AstraZeneca, alle 16 la decisione dell’Ema: le parole del ministro Speranza

Covid Speranza
Il ministro Roberta Speranza sul caos del vaccino AstraZeneca (via WebSource)

Ma sul caos intorno al siero anglo-svedese è intervenuto anche Roberto Speranza. Infatti il ministro della Salute ha riposto tutta la sua fiducia e quella degli italiani nelle decisioni di Ema ed Aifa, i due enti regolatori del farmaco per Europa e Italia. Speranza è intervenuto proprio sulla conferenza stampa che si terrà oggi, affermando: “Penso che sapranno darci le risposte giuste ma non dimentichiamo mai che il vaccino è la vera strada per chiudere questa stagione difficile di restrizioni“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> De Luca: “AstraZeneca disastro che il Governo deve chiarire”

Mentre invece più deciso è l’intervento del sottosegretario Pierpaolo Sileri. Infatti il sottosegretario si è impegnato nel cercare il comune denominatore tra il siero ed i casi di trombosi. Stando ai primi dati, tutti i casi di trombi si sono verificati negli under 60, di cui la maggior parte nelle donne. Intanto in Germania si è deciso che chi ha ricevuto la prima dose con AstraZeneca, riceverà la seconda dose con un siero al mRna come Pfizer o Moderna. Intanto a breve l’Ema incontrerà i giornalisti per comunicare la sua decisione.