Formula 1, Gp del Bahrain: vince Hamilton su Verstappen, Leclerc sesto

Il primo appuntamento di Formula 1 ha visto prevalere l’inglese Hamilton su Verstappen. Male le Ferrari, lontano dalle posizioni di vertice.

Formula 1
Max Verstappen sfiora la vittoria in Bahrain (Getty Images)

Lewis Hamilton è ancora l’uomo da battere in Formula 1. Il pilota inglese si è imposto nell’appuntamento inaugurale in Bahrain. Secondo Max Verstappen, con l’altra Mercedes di Valteri Bottas che chiude il primo podio mondiale.

Leggi anche-> Infortunio Mertens, inviato un messaggio a Gattuso: fissato il rientro

Male invece le Ferrari, molto lontano dalle posizioni di testa. Leclerc si difende ma finisce sesto, alle spalle di NorrisPerez. Per Sainz arriva un ottavo posto che non può accontentare le ambizioni della scuderia, desiderosa di tornare competitiva.

Formula 1, la partenza e i primi giri

Pronti via e la safety car deve già uscire a causa dell’incidente di Mazepin. La gara è subito un duello Honda-Mercedes, che staccano tutti e cercano di conservare le posizioni di testa. Bottasb subisce il sorpasso da Leclerc per poi riprendersi la posizione ed allontanare il monegasco.

Leggi anche-> DAZN, quanto costerà al mese l’abbonamento: i dettagli

Alla sosta ai box Hamilton prova l’undercut su Verstappen. Che riesce alla perfezione e costringe l’olandese ad inseguire negli ultimi giri di gara. I quali regalano spettacolo e anche qualche polemica non del tutto chiarita.

L’arrivo in volata e la vittoria del britannico

Formula 1
Tsunoda a punti all’esordio stagionale (Getty Images)

L’olandese sfrutta però la migliore durata delle gomme e prova l’attacco negli ultimi giri. Il britannico commette un errore in uscita dalla curva e a quattro giri dal termine, la Red Bull pare agguantare il primo successo. Che però sfuma in maniera incredibile.

Dal muretto infatti segnalano a Verstappen di ridare la posizione ad Hamilton, a causa del superamento dei limiti della pista. Nasce così un duello appassionante negli ultimi km di gara, dove il 7 volte campione del mondo riesce a difendersi e a vincere. Menzione d’onore per Tsunoda, che da esordiente centra i primi punti stagionali con l’Alpha Tauri.