TikTok, al via nuove funzioni contro molestie e bullismo

TikTok introduce due nuove funzioni che riguardano i commenti offensivi. Novità anche per chi ha disturbi alimentari

TikTok
Le novità presenti sul social (Getty Images)

Importante novità per TikTok e i suoi utenti. Il social è spesso al centro delle polemiche per i contenuti e soprattutto il basso livello di controllo, lasciando così i giovanissimi che usano la piattaforma di incorrere in pericoli. Consapevole di questi rischi la TikTok ha deciso di introdurre delle funzionalità per combattere moleste e bullismo.

Basta vedere un video e notare tra i commenti i tanti e diversi tipi di insulti e bullismo verbale che gli utenti subiscono. Nelle novità riguardano anche aiuti per persone che soffrono di disturbi alimentari. Con le nuove funzioni utilizzando Filtra commenti, gli utenti che caricano i contenuti possono scegliere quali saranno i commenti che verranno visualizzati. Quelli indesiderati non compariranno mai nelle risposte al post.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Come calibrare e rigenerare la batteria dello smartphone

TikTok, come aiutare chi soffre di disturbi alimentari

Getty Images

La piattaforma ha già qualche forma di controllo che consente agli utenti di filtrare i commenti ritenuti spam. La seconda funzione riguarda sempre i commenti ma chi li sta postando. In questo caso si invita a rivedere il commento che in alcuni casi può essere inappropriato o scortese perché in violazione delle linee guide di TikTok. Così facendo si offre la possibilità di modificare il commento prima della sua pubblicazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mediaset come Netflix, l’annuncio ufficiale: utenti entusiasti

 

TikTok guarda anche a chi ha bisogno di aiuto da un altro punto di vista. I disturbi alimentari – fenomeno purtroppo sempre attuale tra gli adolescenti, la fascia che più di tutti utilizza il social – possono causare anche bullismo. Per aiutare chi soffre, se gli utenti vogliono informazioni in materia, utilizzando dei particolare hashtag potranno essere indirizzati su contenuti che sono stati messi a disposizione da associazioni no-profit che si occupano di questo argomento.