Napoli, l’ordinanza di De Luca non ferma i cittadini: “Non ne possiamo più”

Durante la giornata odierna è scattata l’ordinanza di De Luca che chiude parchi, piazze, lungomare e ville comunali: ma i cittadini non ne possono più.

Napoli ordinanza De Luca
Cittadini passeggiano sul Lungomare (Immagine di repertorio)

Questa mattina è entrata in vigore la super zona rossa targata Vincenzo De Luca, con il governatore che ha deciso di chiudere al pubblico piazze, lungomari, parchi, ville comunali e giardini pubblici, come indicato dalla nuova ordinanza regionale. Ma la presa di posizione del Presidente di Regione ha diviso i cittadini, molti dei quali non hanno rinunciato ad una camminata sul Lungomare.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Johnson & Johnson, arriva l’approvazione dell’Ema: i dati

Situazioni di criticità si sono verificate specialmente a Piazza Vittoria, a Napoli. Molti dei cittadini, infatti, a gran voce affermando di non poterne più, specialmente ad un anno dall’emergenza sanitaria. In molti infatti rivendicano il fatto che all’aperto è più difficile essere contagiati dal virus. Così cresce lo scetticismo generale sulla nuova ordinanza del governatore ed arriva a violare addirittura le norme della Zona Rossa.

Napoli, cittadini divisi sull’ordinanza di De Luca: “Era l’unica cosa da fare”

Ordinanza De Luca
La situazione nella regione campana (screenshot video)

L’ordinanza però ha trovato anche molti cittadini d’accordo con il Governatore. Non sono in pochi a pensare che la chiusura di piazze, lungomari, parchi, ville comunali e giardini pubblici. Ovviamente i cittadini d’accordo con De Luca, affermano che in seguito alle chiusure ci deve essere anche un’accelerata della campagna vaccinale. Sono sempre di più le persone che chiedono una messa in sicurezza del popolo, con più dosi messe a disposizione per la campagna vaccinale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coronavirus Campania, il bollettino dell’11 marzo

Le norme importanti imposte da De Luca, però, non sono rispettate da tutti. Infatti anche questa mattina c’è chi non ha rinunciato ad una passeggiata sul Lungomare. In merito è intervenuta il capitano dell’unità operativa di Chiaia della polizia locale Sabina Pagnano che ha ricordato come si può uscire solamente per motivi legati al lavoro, la salute e le situazioni d’emergenza. Infine la Pagnano ha rinnovato l’impegno del suo corpo di polizia a controllare che tutti rispettino le norme di sicurezza.