Salerno, bambino di 8 anni ritrovato solo in piazza: era ferito alla testa

A Salerno un bambino è stato ritrovato da solo in piazza nel centro storico della città. A recuperarlo una donna che lo ha ritrovato solo, spaesato e ferito.

Salerno bambino ritrovato
Lo strano episodio avvenuto a Salerno (via WebSource)

A Salerno un bambino è stato ritrovato da solo in piazza, in pieno centro storico. A notarlo una donna che lo ha visto passeggiare da solo in solitaria e spaesato. Alle domande della donna, il bimbo di appena 8 anni è riuscito solamente a dire il nome di battesimo. Nessuna notizia è arrivata riguardo il cognome, il nome dei genitori, ma soprattutto di come fosse arrivato fino a lì.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Rifiuti a Napoli, sequestrate 500 tonnellate al porto

Così adesso sono in azione le forze dell’ordine che stanno cercando di risalire alle generalità del bambino, trovato questa mattina in piazza Sedile del Campo. Come detto a notarlo ci ha pensato la donna, che ha visto il bambino spaesato, ma soprattutto con una vistosa ferita alla testa. Per ora, però, il bimbo ha solamente detto di chiamarsi Cristinel e stando agli inquirenti con molte probabilità è di origine rumena.

Salerno, bambino ritrovato ferito in piazza: forze dell’ordine a lavoro

Salerno bambino ritrovato
L’episodio nel salernitano (Getty Images)

Ad avvisare la polizia di Salerno ci ha pensato una donna che ha visto il bambino, solo, ferito ed affamato. Infatti la donna ha chiesto diverse informazioni al bimbo, che però è riuscito a dire solamente il suo nome. Prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, così, la signora ha deciso di comprare del cibo al bambino affamato. Sul posto, inoltre, poco dopo è arrivato anche il personale delle Politiche Sociali del Comune, che sta seguendo il caso.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Mondragone, blitz in Comune per falsi certificati: indagate sette persone

Infatti il bambino sembrebbe aver fatto scena muta anche con gli agenti di polizia. Così le forze dell’ordine hanno deciso di accompagnarlo in ospedale soprattutto per medicare la ferita alla testa. L’obiettivo della Polizia Locale, adesso, è quello di rintracciare i genitori. Ma non solo, infatti si sta cercando di capire se la ferita è dovuta ad un’incidente o ad una vera e propria aggressione.