Covid, l’Oms riflette sul passaporto vaccinale valido per gli sposamenti

L’Oms per tracciare meglio i casi di Covid-19, potrebbe prendere in considerazione l’introduzione del passaporto vaccinale: tutte le alternative.

Covid Oms passaporto vaccinale
Tutto può cambiare per i viaggiatori (Getty Images)

Mentre i governi mondiali tentennano sull’obbligo del vaccino contro il Covid, l’Oms è pronto a prendere una drastica decisione introducendo il passaporto vaccinale. La novità, infatti, punterebbe a riaprire gli aeroporti mondiali, favorendo lo scambio di cittadini dei vari paesi. A parlarne ci ha pensato David Nabarro, inviato speciale dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) per l’emergenza coronavirus, intervistato ai microfoni di Sky News.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Governo, chiusi gli impianti sciistici: è Draghi a prendere la dura decisione

La proposta non è nuova, infatti verso la fine della campagna vaccinale diversi paesi europei erano pronti ad avanzare l’introduzione di un passaporto vaccinale per permettere ai cittadini di tornare a viaggiare in tutta sicurezza. Una decisione che fa piacere a tutti i paesi, pronti ad accogliere turisti senza aver paura di nuovi focolai da Covid. Andiamo quindi a vedere le parole di David Nabarro sulla proposta dell’Organizzazione.

Covid, Nabarro (Oms) propone il passaporto vaccinale: “Facilitare le condizioni di spostamento”

Covid Oms passaporto vaccinale
Le parole di Nabarro a Sky News (Getty Images)

La proposta dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è concreta, con David Nabarro che ha spiegato perchè è fondamentale avere un passaporto vaccinale. Infatti durante la sua intervista a Sky News, l’esponente dell’Oms sicuro della crescita dei movimenti nei prossimi mesi ha dichiarato: “Ritengo senza dubbio importante che ci sia una sorta di certificato vaccinale per facilitare le condizioni di spostamento per le persone“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Fisco e tasse: cosa può cambiare con il Governo Draghi

Ma il passaporto vaccinale è solo una delle proposte di Nabarro, che ricorda come in alcuni paesi si siano create delle vere e proprie “bolle” con altre località che rispettano gli stessi standard di sicurezza. Nabarro ha conclusoa affermando che il problema Covid-19, con molte probabilità rimarrà con noi anche in futuro. Infatti alcune delle sue varianti preoccupano, specialmente perchè potrebbero sfondare le difese immunitarie offerte dal vaccino.