Napoli, la GdF sequestra beni di un imprenditore vicino a clan

Napoli, Guardia di Finanza: sequestrati beni per 10 milioni tra anche in Abruzzo: l’uomo sarebbe vicino agli scissionisti dei Di Lauro

reddito di cittadinanza
Foto GdF di Napoli

Grande blitz del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli. Le Fiamme gialle tra la Campania e l’Abruzzo hanno sequestrato beni dal valore di dieci milioni di euro all’imprenditore 75enne Gaetano Britti, ritenuto vicino al clan Di Lauro.

Il provvedimento del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia ha riguardato beni immobili (fabbricati e terreni) sequestrati tra Napoli, Melito di Napoli e Castel di Sangro, in provincia di L’Aquila.

Il Gico (gruppo d’investigazione sulla criminalità organizzata) è riuscito a ricostruire il legame tra la famiglia dell’imprenditore e il cognato Rosario Pariante, vicinanza che avrebbe favorito l’accumulo di risorse. Pariante è indicato dagli inquirenti come uno dei protagonisti della scissione del clan Di Lauro.

Prima che scoppiasse la guerra interna al clan, Britti sarebbe stato favorito dal legame familiare per gestire ingenti somme di denaro provenienti da attività illecita. Questi soldi venivano reinvestiti in attività di usura ma “ripuliti” anche nell’economia legale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Federico II, Antonella Prenner ricoverata a Roma: le condizioni

Napoli, due arresti per droga

Napoli
Getty Images

Imponente operazione dei carabinieri di Torre Annunziata nella città oplontina e nelle vicine Boscoreale e Poggiomarino. In quest’ultima sono state arrestate due persone: un uomo di 53 anni e un ragazzo di 21, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

A casa del primo i militari hanno trovato 350 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e 180 euro in contanti, cifra con ogni probabilità prevenuta dall’attività illecita. Anche a casa del 21enne è stata trovata droga. In una scotola sotto l’albero di Natale, ancora presente in casa, c’erano 42 grammi di hashish.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Monte di Procida, rapina in casa nella notte: rubati gioielli e denaro

Controlli anche a Torre Annunziata dove in via Sambuco è stato fermato un uomo a bordo di uno scooter risultato rubato la scorsa estate nella vicina Castellammare di Stabia. Il mezzo è stato restituito al proprietario. Tanti i controlli ad automobilisti e centauri e varie le multe elevate per alcune violazioni. Due le patenti ritirate. Sanzioni anche a persone prive di mascherina tra Torre Annunziata e Boscoreale.