Vaccino Covid, novità per Pfizer: ai già contagiati può bastare una dose

Grandissime novità per quanto riguarda il vaccino Covid di Pfizer/BionTech. Infatti a chi è già stato contagiato potrebbe bastare una dose. 

Vaccino Covid Pfizer
Grandissima novità per il siero di Pfizer/BionTech (Getty Images)

Spunta un’interessante novità per quanto riguarda le persone che già sono state contagiate una volta dal Covid-19. Infatti per questo gruppo di persone sarà possibile ricevere anche solo una dose di vaccino di Pfizer/BionTech, visto che crea un grandissima risposta immunitaria. A condurre lo studio ci hanno pensato i ricercatori della Bar-Ilan University e dallo Ziv Medical Center, in Israele. Inoltre i papers dei due istituti sono stati pubblicati sulla rivista scientifica.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, De Luca tuona: “La Campania lotta per le dosi di vaccino”

Per avere dei dati affidabili, i ricercatori hanno coinvolto oltre 500 partecipanti per vedere la risposta del vaccino di Pfizer/BionTech, il primo ad essere approvato nell’Unione Europea e che offre una copertura del 94%. Come afferma Michael Edelstein della facoltà di Medicina presso la Bar-Ilan University: “Sebbene gli studi siano incoraggianti, le informazioni relative alla risposta al vaccino restano ancora poco comprese“. Infatti lo studio condotto in Israele, al momento, conferma solamente la grande risposta immunitaria al vaccino.

Vaccino Covid Pfizer, lo studio israeliano: c’è la possibilità di una sola somministrazione ai già contagiati

vaccino Covid Pfizer
Come procede lo studio dell’Università israeliana (Getty Images)

Il team di ricerca dei due centri in Israele ha esaminato 514 membri dello staff dello Ziv Medical Center. Ben 17 di questi, infatti, erano guariti proprio dal Coronavirus, da circa dieci mesi prima di ricevere la prima dose del vaccino Pfizer. Per procedere allo studio, i ricercatori hanno deciso di calcolare il livello degli anticorpi, prima e dopo l’inoculazione del siero. I risultati, così, sono apparsi sorprendenti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Blocco spostamenti tra regioni, c’è la proroga: ora è ufficiale

Infatti stando ai ricercatori, la risposta era così efficace da aprire un dibattito sul numero di dosi da somministrare a chi ha già contratto il virus. Grazie a questa scoperta, quindi, potrebbe cambiare la politica mondiale sui vaccini. Il capo della ricerca, Edelstein, ha concluso affermando che la forte risposta a una dose del vaccino rappresenta una buona notizia.

Infatti ad oggi l’obiettivo dello studio è estenderlo a più pazienti, in modo tale da avere la certezza di questi dati. Vedremo quindi se lo studio riuscirà a fare chiarezza sulla quantita di vaccino da somministrare a chi ha già contratto il Covid-19.