Genoa-Napoli, Gattuso: “Grandissimo rammarico, ci siamo fatti male da soli”

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di DAZN al termine del match perso contro il Genoa.

Genoa Napoli Gattuso
Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli (Getty Images)

Una partita che, vista dai dati, sembrerebbe dominata. Oltre 20 tiri verso la porta difesa da Perin ma un solo gol segnato in 90 minuti più recupero. Il Genoa di Ballardini, invece, ha sfruttato le uniche due occasioni capitalizzando al massimo. Goran Pandev, ex della serata, ha messo in crisi la difesa azzurra in soli 15 minuti. La partita, poi, non è più cambiata.

Gennaro Gattuso, oltre ai tanti infortuni, ha dovuto fare i conti con due casi di positività a poche ore dal match. Il calendario fitto, inoltre, non permette di studiare nuovi schemi e permettere ai calciatori di assimilarli. Ancora una volta, quindi, si torna a parlare di panchina che balla. Il periodo, sicuramente, non è tra i più felici per la squadra partenopea.

Il tecnico, alla fine della partita, ha parlato ai microfoni di DAZN ha rilasciato un’intervista. Di seguito le sue parole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Genoa-Napoli 2-1: highlights, voti, pagelle e tabellino

Genoa-Napoli, le parole di Gattuso

Genoa Napoli Gattuso
Gattuso in panchina (Getty Images)

“Oggi c’è poco da dire. Gli errori li stiamo pagando a caro prezzo ma ci stanno. Stiamo lavorando poco perché non c’è tempo, oggi bisogna fare i complimenti alla squadra. Grandissimo rammarico perché tante partite quest’anno le stiamo perdendo in fotocopia”, ha riferito Gattuso ai microfoni di DAZN.

LEGGI ANCHE >>> De Laurentiis interviene: il futuro di Gattuso e Giuntoli

“Le difficoltà non le stiamo avendo solo noi, per giocare in un certo modo c’è bisogno di tempo. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare, ma ci siamo fatti del male da soli”.

Su Osimhen: “Stiamo facendo di tutto per recuperarlo, è stato tre mesi fermo. Normale non abbia ancora la condizione”.