Lotteria degli scontrini, al via da oggi: premi dal prossimo mese

Lotteria degli scontrini, per chi si è registrato da oggi può arrivare a vincere fino a 5 milioni il prossimo anno

lotteria scontrini
Getty Images

Da oggi con gli acquisti di beni e servizi di almeno 1 euro con moneta elettronica si potrà partecipare alla lotteria. Gli scontrini diventano “biglietti”. In palio premi non solo per gli acquirenti ma anche per gli esercenti.

Le estrazioni avverranno ogni settimana, mese ed anno. La prima è in programma giovedì 11 marzo. Il montepremi è di 10mila euro da distribuire a 10 persone che hanno acquistato con la carta. 20mila euro, invece, sono per 10 venditori.

Gli scontrini vengono trasmessi telematicamente e in modo automatico diventano biglietti della lotteria. Hanno valore gli acquisti fatti con carte di credito, prepagate, bancomat. Non valgono invece gli acquisti online o per i quali si emette fattura ai fini delle detrazioni fiscali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rientro a scuola in Campania, alcune aule vuote per protesta

Lotteria degli scontrini: come partecipare

Le estrazioni settimanali sono in programma da giugno. Fino all’estate quindi ne ce saranno solo tre, l’11 marzo, poi ad aprile e maggio. Le settimanali sono 15 premi da 25mila euro per chi compra e altrettanti da 5mila euro per gli esercenti.

La prima estrazione annuale si terrà a gennaio 2022 e terrà ovviamente in considerazione gli scontrini emessi da oggi fino al 31 dicembre. La cifra in quel caso è molto alta: 5 milioni di euro per l’acquirente e 1 milione di euro all’esercente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 31 gennaio

Possono partecipare tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia. Basta mostrare all’esercente al momento dell’acquisto un codice a barra alfanumerico che si può ottenere inserendo il proprio codice fiscale sul sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it. Un euro speso vale un biglietto virtuale. Ma come si fa a sapere chi ha vinto? Al momento della registrazione si inserisce la Pec. In assenza di questa la comunicazione avviene tramite raccomandata.