WhatsApp, una rivale prova ad importare le chat: cosa sta succedendo

Una rivale di WhatsApp sta testando l’aggiornamento per importare le chat. Andiamo a vedere chi è e cosa sta succedendo.

WhatsApp chat
Una rivale intimorisce il colosso di messaggistica (Pixabay)

Il 2021 di WhatsApp non è iniziato nel migliore dei modi, dalle condizioni di servizio che hanno suscitato non poco panico tra gli utenti e le numerose truffe che continuano a circolare sull’applicazione. Per questo motivo l’applicazione di Menlo Park ha deciso di rinviare l’obbligo agli utenti di accettare i nuovi termini di servizio, proprio per informare nel dettaglio in cosa consisterà il nuovo Tos.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, immagine virus ruba tutti i dati del cellulare: come difendersi

Mentre per quanto riguarda le truffe, l’applicazione non riesce a fare altro che invitare gli utenti a diffidare dai messaggi dubbi, specialmente se provengono da un numero non salvato nella rubrica. Ma nelle ultime ore l’applicazione trema per una mossa di una delle sue più acerrime competitor. Stiamo parlando di Telegram, pronta a studiare un aggiornamento per importare le chat direttamente da WhatsApp.

WhatsApp, Telegram pronta ad importare le chat: tutte le novità sul nuovo aggiornamento

WhatsApp chat
Telegram studia un modo per sbaragliare la concorrenza (Getty Images)

I passi falsi di WhatApp hanno avvantaggiato e non poco la concorrenza, specialmente Telegram, che adesso può contare oltre 25 milioni di nuovi utenti ottenuti nelle ultime 72 ore. Un vero e proprio balzo in avanti, con il servizio del russo Pavel Durov che adesso sogna addirittura il sorpasso. Infatti molti utenti sono ancora sfiduciati a scaricare Telegram, proprio per il numero di chat che ha sul colosso del gruppo Facebook.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, la nuova rivale stupisce tutti: come si chiama e dove scaricarla

Così Telegram sta studiando un aggiornamento per importare tutte le chat di: WhatsApp, Line, KakaoTalk e altre app. Lo strumento al momento è in via di sperimentazione e ben presto potrebbe essere presentato sulla beta ufficiale dell’applicazione di Durov. Il tool, per errore, era stato già attivato nella giornata di ieri, ma prontamente gli sviluppatori hanno deciso di rimuoverlo. Ben presto lo strumento sarà quindi disponibile sia sui iOS che su Android.