WhatsApp, la nuova rivale stupisce tutti: come si chiama e dove scaricarla

La nuova rivale di WhatsApp è completa e stupisce tutte le altre concorrenti. Andiamo a vedere come si chiama e dove scaricarla gratuitamente.

WhatsApp rivale
Nuova competitor per l’app di messaggistica più famosa al mondo (Screenshot)

Il nuovo anno non è iniziato nel migliore dei modi per WhatsApp, con il colosso di messaggistica istantanea che ha perso parecchi utenti. Infatti in molti hanno deciso di passare a Telegram e Signal per poter avere più rispetto della propria privacy, ma soprattutto più indipendenza sull’applicazione. Infatti con i nuovi termini di servizio, il colosso di Menlo Park vorrebbe implementare WhatsApp con Facebook, per dare un boost al negozio online.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, attenzione alla chat mangia credito: pericolo per tre gestori

A suscitare l’ira degli utenti è proprio l’obbligo del nuovo Tos, che però è stato rinviato a maggio dopo le proteste dell’utenza. Ma comunqe in molti si sono stancati dell’applicazione ed adesso sarebbero pronti a cambiare ovunque. Il giusto compromesso arriverebbe dall’America, con un nuovo servizio di messaggistica istantanea che sta stupendo gli utenti. Il suo nome è Beeper, andiamo a vedere come funziona e dove scaricarla.

WhatsApp, la nuova rivale è Beeper: dove scaricare l’applicazione

WhatsApp rivale
Beeper, l’applicazione in grado di aggregare 15 app di messagistica (Screenshot)

L’app di messaggistica più famosa al mondo, WhatsApp, adesso trema davvero. Infatti l’applicazione di Menlo Park rischia di tremare davanti a Beeper, l’app in grado di unire ben 15 servizi di messaggistica. Un’idea folle nata dal CEO dello smartwatch Pebble, Eric Migicovsky. Un annuncio arrivato all’improvviso proprio da Migicovski sul proprio profilo Twitter. La piattaforma, almeno all’inizio, avrà bisogno di un invito per scaricarla.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, nuovo pericolo per gli utenti: attenzione a queste GIF

I social che verranno integrati in Beeper sono: Whatsapp, Facebook Messenger, iMessage, Android Messages, Telegram, Twitter, Slack, Hangouts, Instagram, Skype, Irc, Matrix, Discord, Signal ed appunto Beeper.

Al momento invece restano escluse WeChat e Line, ma che prontamente verranno sostituite da iMessage, applicazione solamente per gli utenti Apple. Inoltre Beeper funzionerà non solo da smartphone, ma avrà anche la propria versione Web. La foto che stesso l’ideatore di Beeper, Eric Migicovski, ha pubblicato su Twitter indica che l’applicazione può essere usata su MacOS, Windows, Linux, iOs e Android e ben presto avrà anche la dark mode.