WhatsApp, attenzione alla chat mangia credito: pericolo per tre gestori

Spunta una nuova truffa su WhatsApp, stiamo parlando della chat mangia credito. Il pericolo consisterebbe soprattutto per gli utenti Vodafone, Tim e WindTre.

WhatsApp chat
Attenzione ai seguenti messaggi sull’applicazione (Screenshot)

Continua questo inizio di anno buio per WhatsApp, con una nuova truffa che si presenta sottoforma di chat. Infatti con questo raggiro, i malintenzionati sono pronti a rubare il credito residuo. Un pericolo che si presenta soprattutto per i gestori Vodafone, Tim e WindTre. Inoltre a favore dei malintenzionati c’è tutto il polverone alzato dalla stessa azienda con i nuovi termini di servizio, pronti a diventare obbligatori.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, nuovo pericolo per gli utenti: attenzione a queste GIF

Un trucco semplice, che spesso trae in inganno gli utenti più creduloni. Infatti i malintenzionati stanno puntando a piccole somme di denaro da accumulare da varie truffe. Il pericolo con queste catene di Sant’Antonio è sempre dietro l’angolo e spesso rischiamo di diffonderle proprio noi inoltrando il messaggio allarmistico. Andiamo quindi a vedere come difendersi dal raggiro, ma soprattutto come riconoscerlo.

WhatsApp, questa chat vi prosciuga il credito: come difendersi

WhatsApp chat
Attenzione ai seguenti messaggi in chat (Pixabay)

Cybercriminali e malintenzionati sono pronti a colpire anche attraverso messaggi di auguri, via gruppi o testi circolari, facendo girare link pericolosi per tutti i lettori. Così questi link, spesso nascosti dietro immagini di auguri, nascondono truffe per phishing, le più note presenti sui social. Spesso infatti, i lettori tendono a cliccare su questi link, rendendo un gioco da ragazzi per i cybercriminali rubare dati sensibili ed addirittura soldi dal nostro credito.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, le concorrenti mostrano i primi problemi: cosa sta succedendo

Inoltre, spesso, questi link potrebbero farci attivare dei veri e propri servizi a pagamento, specialmente sui piani telefonici di TIM, Vodafone e WindTre. A denunciare la truffa, ci hanno pensato proprio i clienti di queste tre compagnie telefoniche, che hanno trovato attivati sul proprio smartphone dei servizi a pagamento mai richiesti. A causa di questi abbonamenti, l’utente potrebbe perdere addirittura 5 euro al giorno. Per questo invitiamo i nostri lettori ad essere cauti nell’aprire immagini ma soprattutto link, per evitare di incappare in questi tranelli.