Crisi Governo, Zingaretti ammette: “Pd non vuole elezioni anticipate”

Torna a parlare sulla crisi di Governo Nicola Zingaretti. Infatti il segretario generale del Pd ammette di non volere le elezioni anticipate.

Governo Crisi Zingaretti
Le parole del leader di centro-sinistra (Getty Images)

La crisi di Governo sembrebbe non rimaginarsi ed in merito torna a parlare anche Nicola Zingaretti, con un lungo intervento. Infatti il segretario del Partito Democratico ha ricordato che il partito non punta minimamente alle elezioni. Infatti stando alle parole del leader democratico, il Pd punta a costruire un governo solido ed autorevole, con una base parlamentare ampia e di forte impianto europeista.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Brescia, comune nega cittadinanza onoraria a Liliana Segre: mantenuta quella a Mussolini

Nicola Zingaretti ha ricordato che Giuseppe Conte resta il punto di riferimento del Governo. Infatti il premier è il punto di equilibrio in questo momento più avanzato, stando al leader del centro-sinistra, dopo aver avuto nuovamente sia la fiducia della Camera, che del Senato, seppur con il voto in extremis del senatore Ciampolillo. Andiamo quindi a vedere le  parole del leader del Pd sulla campagna vaccinale e sul Recovery Fund.

Crisi Governo, Zingaretti: “Chiudere al più presto la discussione sul Recovery”

Crisi governo Zingaretti
Le parole del segretario generale del Partito Democratico (Getty Images)

Nella sua lunga intervista, Zingaretti ha ricordato che l’agenda al governo la danno gli italiani. Inoltre si deve decidere al più presto sulla legislatura per affrontare il Covid e la campagna vaccinale, chiudendo quanto prima possibile la discussione sul Recovery Fund. Infatti proprio gli aiuti dell’Unione Europea potrebbero dare una mano fondamentale per la rinascita del paese.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Governo, Boccia: “Una crisi che solo il Parlamento può risolvere”

Nicola Zingareti ha poi lodato l’unità del Partito Democratico, che ha permesso al Governo di non cadere. Proprio su questa unità si sta cercando di costruire una maggioranza solida nel Governo. Infine Zingaretti dopo aver lodato le azioni del suo partito, addirittura accusato di troppa responsabilità, ha poi accusato Italia Viva. Infatti per il segretario di centro-sinistra la discussione si poteva chiudere in privato evitando il ritiro delle ministre e soprattutto evitando la crisi del Governo.