Papa Francesco: “Sostituiamo la cultura dello scarto con quella della vicinanza”

Papa Francesco ha rilasciato un’intervista esclusiva ai microfoni del TG5 trattando vari temi ed emozionando il pubblico da casa.

Papa Francesco
Il Papa con la mascherina (Getty Images)

Il Pontefice ha rilasciato un’intervista esclusiva ai microfoni di Canale 5 in cui ha discusso sui temi più caldi del momento. In particolar modo, ha voluto spendere parole di speranza per i disoccupati, per i poveri ed ha cercato di far passare un messaggio di maggiore serenità per quanto sta accadendo in America.

Il Papa, tra le altre cose, ha deciso di prendere posizione sulla questione del vaccino anti Covid-19. “Eticamente tutti dovrebbero farlo. È un’opzione etica perché giochi con la salute degli altri”, ha spiegato il Pontefice. Non è mancata, inoltre, una critica ai no-vax. Noi siamo cresciuti all’ombra del vaccino. Non so perché qualcuno dice che sia pericoloso se te lo presentano i medici. C’è un negazionismo suicida, ma oggi si deve prendere il vaccino”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, interrotta in Campania la campagna vaccinale: finite le dosi

L’intervista a Papa Francesco sui temi più caldi del momento

Papa Francesco
Papa Francesco (Getty Images)

Il Papa, nel corso dell’intervista, ha precisato che “nessuno si salva da solo”. Per uscire al meglio e migliori dalla crisi provocata dall’epidemia del Coronavirus bisogna abbandonare la cultura dello scarto diffusa nei nostri tempi.

LEGGI ANCHE >>> Recovery Fund, Gualtieri invita alla calma: “Il piano è più robusto”

Il Pontefice suggerisce di sostituire questa cultura con quella della vicinanza. La domanda da porre al prossimo è la seguente: “Di cosa hai bisogno?”. Un modo per sostenere gli altri, i più bisognosi in un periodo tanto complesso.