Recovery Fund, Gualtieri invita alla calma: “Il piano è più robusto”

Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, interviene sul Recovery Fund. Le sue parole invitano alla calma ed allontanano il caos delle ultime ore.

Recovery Fund Gualtieri
Le parole del ministro dell’Economia (via Getty Images)

Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia italiano, cerca di mettere un pò di calma nelle file della politica italiana, che da ore è nel caso. Sono diverse le situazioni di tensione all’interno del Governo, con il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che continua a ricattare ed a spingere per la caduta del Governo. Infatti proprio in queste ore il Governo cerca un pò di serenità tirando avanti per il bene comune  e per il superare il momento critico della pandemia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, l’allarmismo di Crisanti: “Lockdown subito o saltano le vaccinazioni”

Proprio per evitare il caos Gualtieri afferma: “Precipitare il Paese nel caos e nell’incertezza non sarebbe compreso e apprezzato dalle famiglie, dai lavoratori e dalle imprese, che si aspettano meno polemiche e più fatti. E a buon diritto“. Il ministro è comunque apparso fiducioso affermando che alla fine a prevalere sarà il senso di resposnabilità comune. Andiamo quindi a vedere i temi trattati dal ministro dell’Economia durante l’intervista.

Recovery Fund, Gualtieri conferma: “Migliorato il piano, rafforzata coerenza e coesione”

Recovery Fund Gualtieri
Il ministro dell’Economia sul Recovery Fund (Getty Images)

A dare la svolta al piano sul Recovery Fund ci ha pensato il confronto con i partiti di maggioranza, un incontro utile e che ha permesso di migliorare l’impostazione del piano e rafforzarne coerenza e visione strategica. Proprio su queste fondamente si sta basando la modifica del testo di Recovery. L’augurio di Gualtieri è che il testo venga approvato dal Consiglio dei Ministri nella giornata di martedì, con le forze sociali e con la Commissione europea.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Animali domestici, nel 2021 previste più detrazioni fiscali

Subito dopo questo passaggio il Governo dovrà provvedere a due interventi importanti: lo scostamento di bilancio e il nuovo decreto sui ristori. Questi sono interventi giudicati indispensabili e urgenti, specialmente se si pensa di proseguire con le misure di restrizioni per contenere la pandemia. Sullo scostamento di bilancio, infine, Gualtieri afferma che sarà fatto un intervento da un punto di PIL, ossia 24 miliardi. Questa grande somma di denaro sarà investita per l’acquisto, la distribuzione e la somministrazione dei vaccini.