Coronavirus, il bollettino del 9 gennaio: 19.978 contagiati e 483 morti

La Protezione Civile, come di consueto, ha riferito i dati relativi alla diffusione del Coronavirus in Italia: il bollettino del 9 gennaio.

bollettino coronavirus 9 gennaio
Protezione Civile (via WebSource)

Il Governo, in queste ore, si appresta a prendere decisioni importanti. Si sta valutando, infatti, la proroga dello stato di emergenza, ma non è ancora stata fissata una data. Allo stesso tempo, si lavora alle nuove misure restrittive che dovranno entrare in vigore dal 15 gennaio in poi.

Ieri, con un’ordinanza, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha confermato i colori delle varie regioni. Dalla giornata di lunedì tutte passeranno in zona gialla, tranne 5: si tratta della Lombardia, del Veneto, della Sicilia, della Calabria e dell’Emilia Romagna. Questi territori appena menzionati resteranno in zona arancione a causa dell’RT in aumento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino, medici in fila sotto la pioggia: protesta la federazione

Coronavirus, il bollettino del 9 gennaio nel dettaglio

coronavirus Italia
L’andamento della Pandemia in Italia (Screenshot)

Coronavirus, bollettino di oggi:

  • 19.978 contagiati
    • 483 morti
    • 17.040 guariti

Il numero di decessi giornalieri, purtroppo, continua a mantenere delle soglie molto alte. Oggi, ad esempio, è poco sotto le 500 unità.

LEGGI ANCHE >>> Covid Cina, torna il lockdown rafforzato: serrata la provincia di Hebei

Le strutture ospedaliere, nelle ultime 24 ore, hanno processato 172.119 tamponi. Il tasso di positività cala leggermente: 11,6% (-0,9%). Il numero dei vaccinati cresce: attualmente è stata superata la soglia dei 500mila vaccinati. In Campania, stando a quanto ha riferito il presidente della Regione, chi si sottoporrà alla somministrazione riceverà una card di avvenuta vaccinazione.

In aumento, intanto, il numero delle terapie intensive: +6 i posti occupati nel paese. Calano leggermente, invece, i ricoveri: -53 nelle ultime 24 ore. C’è attesa, inoltre, per la ripresa delle attività scolastiche in presenza.