Nuovo decreto, le regole da oggi al 15 gennaio: cosa cambia

Andiamo a vedere cosa cambia con il nuovo decreto anti-Covid e tutte le misure che seguiranno da oggi fino al prossimo 15 gennaio. 

Nuovo Decreto
Cosa cambia nei prossimi giorni (Getty Images)

Si conclude con l’Epifania l’ultimo giorno di strette restrizioni causate dal Covid-19, infatti da domani avremo un nuovo decreto che durerà fino al 15 gennaio. Così entrano in vigore le nuove misure e regole per i prossimi dieci giorni, con il 7 e l’8 gennaio in cui avremo una “Zona Gialla rafforzata“. Mentre invece si tornerà in zona arancione per il weekend dal 9 al 10 gennaio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino e mafia, l’allarme del Viminale: “Rischio infiltrazioni”

Continuerà ad esserci il coprifuoco dalle 22 alle 5, mentre durante queste giornate saranno vietatI gli spostamenti tra regioni o province autonome diverse, salvo per comprovate necessità lavorative o motivi di salute che andranno indicati nell’autocertificazione. E’ sempre ammesso, invece, il rientro nelle proprie abitazioni.

Vietato invece lo spostamento nelle seconde case che si trovano in altre regioni. Tornano ad essere aperti bar e ristoranti fino alle 18, poi si potrà procedere solo all’asporto fino alle 22, ossia l’orario indicato per il coprifuoco. Riapriranno anche negozi e centri commerciali.

Nuovo decreto, capitolo zona rossa: cosa succederà

Nuovo Decreto
Cosa succederà nella zona rossa (Getty Images)

Per chi è in zona rossa, spiega Palazzo Chigi, sarà possibile andare a trovare amici e parenti solo nel proprio comune. Dal 7 al 15 gennaio, infatti, sarà possibile spostarsi all’interno del proprio comune una sola volta al giorno, in un massimo di due persone, verson una sola abitazione privata del proprio comune. Le persone potranno portare con sè i figli al di sotto dei 14 anni e disabili o persone non autosufficienti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Avellino, torna in carcere con droga in intestino: condizioni gravi

Nel weekend del 9 e 10 dicembre ci saranno restrizioni per bar e ristoranti, visto che la penisola sarà collocata in zona arancione. Inoltre il nuovo testo prevede una revisione dei criteri previsti per indicare gli scenari di rischio sulla base dei quali saranno applicate le misure previste per le zone ‘arancioni’ e ‘rosse’. Le soglie dell’Rt, infatti, saranno abbassate da 1,50 e 1,25 a 1,25 e 1,00.

Ripartono invece le scuole a partire dall’11 gennaio, con il 50% degli alunni che rientreranno a seguire in presenza per quanto riguarda le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado. Così l’Italia uscirà dalle feste, con le nuove misure che portano delle restrizioni per evitare una terza ondata durante le vaccinazioni.