Coronavirus Italia, Ricciardi: “Serve un lockdown per ridurre i contagi”

Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, ha riferito alcune considerazioni in merito al Coronavirus in Italia.

Coronavirus italia Ricciardi
L’opinione del consigliere di Roberto Speranza (Getty Images)

Nel giorno dell’Epifania, l’Italia ha superato la soglia dei 250mila vaccinati. Un piccolo traguardo che porta il nostro paese al secondo posto per numero di dosi somministrate in Europa, solo dietro alla Germania. Il pericolo della terza ondata, però, sembra concreto. Gli esperti raccomandano la prudenza e comportamenti cauti. La riapertura delle scuole, in questo momento, fa temere. Già qualche giorno fa, il professor Burioni aveva palesato dubbi vista la grande capacità di trasmissione tra i giovani della variante emersa in Inghilterra.

Ora, però, anche il consulente del ministro della Salute, Walter Ricciardi, fa sentire il proprio parere. L’esperto ha parlato alla Fondazione Luigi Einaudi nella giornata odierna invitando ad a ridurre i contagi intervenendo con un blocco serio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccini Covid, da Pfizer a Moderna: arrivo in Italia e numero di dosi

Coronavirus Italia Ricciardi

“In questo momento, in Italia, ci sono almeno 600 mila infetti”, ha spiegato Ricciardi che ha proposto di ridurre la curva dei contagi “con un blocco che sia chiaro, ripristinare una condizione, altrimenti saranno i dati a farlo”.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid, il piano di Arcuri: “21,5 milioni di vaccinati per fine maggio”

“Quando si raggiungono livelli di crescita esponenziale dei contagi, la durata minima del lockdown è di due mesi. Questa parola terrorizza i politici, ma è quello che stanno facendo la Germania e la Gran Bretagna”. I due paesi, infatti, hanno assistito ad un aumento notevole dei casi quotidiani ed hanno optato per la chiusura.