Covid, cresce il tasso di positività: a rischio le riaperture

Gli ultimi bollettini hanno evidenziato la crescita esponenziale del tasso di positività da Covid. A serio rischio le riaperture previste per gennaio.

Covid tasso positività
La crescita del dato non fa ben sperare (Getty Images)

Negli ultimi giorni l’Italia è stata interessata da un gradissimo incremento del dato sul tasso di positività da Covid-19. Infatti gli ultimi bollettini hanno si riportato un minor numero di nuovi casi, ma anche dovuto ad un minor numero di tamponi analizzati, ma il dato che stupiusce di più è proprio il rapporto tra tamponi e positività, che non lascia sperare niente di buono. Il paese, infatti, ha iniziato la campagna vaccinale con il rischio di ritrovarsi nel pieno di una terza ondata durante le vaccinazioni.

POTREBBE INTERESSARTI >>> De Magistris, elezioni Calabria: potrà dare il mio contributo

Nella giornata di ieri il rapporto dei positivi è salito addirittura al 17,6%, un numero che potrebbe invitare il Governo ad imporre una nuova stretta, unica soluzione efficace ma allo stesso insostenibile. Infatti sarebbero ben pochi i cittadini disposti ad accettare la nuova stretta, specialmente tra coloro che operano nell’ambito della ristorazione. Eppure tra quattro giorni l’Italia dovrebbe tornare al sistema diversificato di restrizioni. Andiamo quindi a vedere perchè le riaperture potrebbero essere in serio rischio.

Covid, vola il tasso di positività: cosa accadrà il 7 gennaio

Covid Tasso di Positività
Il piano per il prossimo 7 gennaio (Getty Images)

Ad oggi la preoccupazione più grande resta il volo del tasso di positività, che ha lasciato a bocca aperta tutti. Infatti Natale ha fatto volare i contagi, nonostante le restrizioni imposte dal Governo e ad oggi si rischia quindi una nuova chiusura. Aumenta quindi il punto interrogativo sulla riapertura delle scuole, con molte regioni che hanno fatto un grande passo indietro a causa degli ultimi bollettini. Il rientro in classe quindi è in serio dubbio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Omicidio Colleoni a Bergamo, arrestato il figlio

Inoltre ci sono dubbi anche sulla riapertura di Bar e Ristoranti che potranno restare aperti in zona gialla nuovamente fino alle 18 del pomeriggio, per poi consentire l’asporto fino alle 22, ovviamente questo in zona gialla. Ad oggi l’Indice RT è risalito a 0.93, con il dato che supera l’1 in diverse regioni. Vedremo se i contagi caleranno in concomitanza con la fine delle feste o se ci sarà bisogno di nuove chiusure per permettere la discesa dei dati.