Omicidio Colleoni a Bergamo, arrestato il figlio

Omicidio Colleoni a Bergamo, i carabinieri hanno arrestato il figlio dell’ex segretario della Lega trovato ieri senza vita

COLLEONI
Getty Images

Ieri in provincia di Bergamo, a Daltime, era stato trovato il corpo senza vita di Francesco Colleoni, l’ex segretario provinciale della Lega Nord. Oggi i carabinieri hanno arrestato il figlio. La notizia è stata riportata dall’edizione di Bergamo del Corriere della Sera. La vittima è stata trovata con il cranio fracassato e pertanto i carabinieri di Treviglio avevano pensato subito che si trattasse di omicidio.

Il cortile di casa dov’è stato trovato il corpo è anche il cortile del ristorante Il Carroccio, di proprietà della vittima. La gestione dell’attività potrebbe essere la causa della morte.

La morte di Colleoni ieri ha scosso l’ambiente della Lega poche ora dopo la notizia della morte di Marco Fromentini, primo e unico sindaco leghista di Milano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Variante Coronavirus, Burioni: “C’è una cattiva notizia, ma anche una buona”

Omicidio Colloni a Bergamo, chi era l’ex segretario della Lega Nord

Quando ieri fu ritrovato il corpo senza vita le indagini dei carabinieri si sono indirizzate subito verso l’omicidio a causa delle pesanti ferite riportate sul corpo. Si era pensato a una rapina finita male.

Quando sul posto erano giunti i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che costatare la morte. Colleoni era un leghista della prima ora come si evince dal nome del ristorante. Dal 1994 al 1999 era stato assessore provinciale nella giunta di Giovanni Cappelluzzo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Riapertura scuola, presidi del Lazio: “No al 7 gennaio senza condizioni”

Scaduto il mandato dal 1999 al 2004 aveva ricoperto l’incarico di segretario provinciale della Lega a Bergamo. In un’intervista aveva dichiarato di aver votato anche per il Movimento 5 Stelle.