Vaccino Covid: l’OMS approva il Pfizer, svolta per i Paesi in via di sviluppo

L’OMS ha approvato il vaccino Covid prodotto da Pfizer e BioNTech. Questa decisione rappresenta una svolta per i Paesi in via di sviluppo.

vaccino covid
Vaccino Pfizer (Getty Images)

Importante notizia arriva dall’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità): il vaccino Covid prodotto da Pfizer-BioNTech è stato approvato. In questo modo, i Paesi in via di sviluppo – che non sono provvisti di organismi propri di regolamentazione in materia sanitaria – potranno accelerare l’iter che darà il via libera al farmaco e che permetterà di cominciare la campagna di vaccinazione. La notizia è stata riportata dalla CNN.


Il siero della Pfizer è l’unico approvato finora dall’Unione Europea, e quindi disponibile in Italia. Lo scorso otto dicembre è stato approvato in Gran Bretagna, poi Stati Uniti (dove anche Moderna ha ricevuto l’ok), Canada e appunto l’Europa.

LEGGI ANCHE –> Italia, quante persone già vaccinate contro il Covid

Vaccino Covid: OMS approva Pfizer

Vaccino covid
Getty Images

Ieri BioNTech, società produttrice del vaccino con Pfizer, ha chiesto all’UE di approvare anche altri vaccini, annunciando che l’intera richiesta di dosi non potrà essere somministrata. L’Unione Europea ha già accordi commerciali anche per un certo numero di dosi del vaccino Oxford-AstraZeneca. Quest’ultimo, però, non ha ancora ricevuto l’ok dell’EMA (Agenzia Europa del Farmaco). La documentazione non era sufficiente, ha fatto sapere l’EMA nei giorni scorsi. Anche in America è slittata l’approvazione del vaccino Oxford.

LEGGI ANCHE –> WhatsApp e i messaggi programmati: trucco per gli auguri

La formula di Oxford e Astra Zeneca è stata approvata in India, dove – riferisce l’agenzia di stampa Reuters – le somministrazioni del vaccino potrebbero cominciare già mercoledì, e in Argentina. L’unico altro Paese ad averlo già approvato è il Regno Unito, per cui gli attuali valori di efficacia sono sufficienti.