Italia, vaccinate contro il Covid 45 mila persone: novità dal 7 gennaio

Italia, i numeri aggiornati sui vaccini contro il coronavirus: oltre 45 mila persone hanno ricevuto la prima dose Pfizer.

vaccini Italia
Claudia Alivernini, prima vaccinata d’Italia (Foto Spallanzani)

La cronistoria del vaccino anti Covid in Italia: il 27 dicembre sono state consegnate 9.750 dosi di vaccino, interamente somministrate. Dal 30 dicembre al 1° gennaio sono state consegnate 469.950 dosi di vaccino. Le somministrazioni su tutto il territorio delle quasi 500 mila dosi arrivate nel nostro Paese sono iniziate il 31 dicembre. Ad oggi, riferisce il Ministero della Salute, sono state vaccinate in Italia oltre 45 mila persone: per l’esattezza il totale delle vaccinazioni è 45.667. Di questi 26.068 sono donne, 19.599 uomini.

Vaccinazioni per fasce di età:
Età – Numero di vaccinazioni effettuate
16-19: 66
20-29: 4401
30-39: 7972
40-49: 10.475
50-59: 13.086
60-69: 6599
70-79: 801
80-89: 1313
90+: 954

Questa prima fase della campagna vaccinale riguarda – ricordiamo – operatori sanitari e sociosanitari (al momento sono 40.148 vaccinati), personale non sanitario (2.181) e gli ospiti delle Rsa (3.338). La Regione Lazio è quella che finora ha effettuato il maggior numero di vaccinazioni (9301, il 20,3% delle 45.805 delle dosi disponibili). La percentuale maggiore è invece quella della Provincia Autonoma di Trento: il 34,8 (somministrate 1730 dosi delle 4975 disponibili).

LEGGI ANCHE –> Maltempo oggi in Italia: allerta meteo in 13 Regioni

Italia, tra vaccini e zona gialla: cosa succede dal 7 gennaio

vaccini Italia
Grafico vaccinazioni anti Covid in Italia (aggiornato al 2 gennaio)

Il 7 gennaio, al termine di queste festività natalizie, l’Italia terminerà la zona rossa prevista dal calendario dell’ultimo decreto legge. Le venti Regioni e le Province Autonome italiane torneranno ad osservare un regime “a colori”: gialla, arancione, rossa. Attualmente è previsto che, dopo il decreto, le Regioni tornino alla fascia di colore assegnata prima del lockdown natalizio, cioè tutte gialle (tranne l’Abruzzo arancione). L’andamento dei contagi nell’ultima settimana, però, non rende questa soluzione così scontata. La cabina di regia per il monitoraggio delle Regioni non ha ancora diffuso una data per la riunione: sarà il Governo, infatti, a decidere in quale fascia inserire ciascun territorio. Per farlo, si attenderà il report dell’Istituto Superiore di Sanità.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia, il bollettino nazionale di oggi!