Vaccino Covid, Locatelli: “In arrivo 62 milioni di dosi Pfizer e Moderna”

Anche in Italia è arrivato il primo lotto di vaccino contro il Covid. Per i prossimi mesi dovrebbero arrivare 62 milioni di dosi Pfizer e Moderna. 

Vaccino Covid
Pronto l’arrivo di un gran carico di immunizzante (Getty Images)

Il vaccino contro il Covid è oramai arrivato in Italia, dopo l’approvazione da parte dell’ema del farmaco di Pfizer. Infatti in tutta europa sono partite le vaccinazioni, che andranno a coprire prima le parti più deboli della popolazioni, dagli anziani agli operatori sanitari. Ed inoltre il primo lotto in arrivo con l’approvazione del farmaco di Moderna riuscirà a coprire gran parte degli abitanti. Così è tornato a parlare Franco Locatelli, direttore del Consiglio Superiore della sanità.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Napoli: il professore Ascierto tra i primi a vaccinarsi

In merito lo stesso Locatelli ha affermato che sono in arrivo ben 62 milioni di dosi da Pfizer e Moderna. Ovviamente per ogni vaccino ci sarà bisogno di due punture, e quindi andranno vaccinati circa 31 milioni di abitanti. A tutti gli effetti, la penisola vivrà la più grande campagna vaccinale della sua storia. Inoltre sempre Locatelli ha affermato che al momento è ingeneroso dire all’Italia che è in ritardo sui vaccini, visto che ha già a disposizione il primo vaccino approvato, ossia quello di Pfizer/Biontech.

Vaccino Covid, Locatelli: “Solo con Pfizer a disposizione 40 milioni di dosi”

Vaccino Covid
Le parole di Locatelli sulla campagna vaccinale (getty images)

Durante la conferenza stampa, Locatelli ha ricordato che l’accordo sulle dosi del vaccino è stato condotto in comune accordo con la Commissione Europea, con la trattativa gestita direttamente da Ursula Von Der Leyen. Infatti grazie alla trattativa coordinadata dalla Von der Leyen l’Italia avrà a disposizione ben 40 milioni di dosi di vaccino Pfizer. Inoltre una grande mano alla lotta contro la pandemia arriverà il 6 gennaio, quando l’Ema approverà il vaccino contro il Covid di Moderna.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Riapertura scuole, l’allarme di Ricciardi: “Ancora no in zona rossa”

Proprio per quanto riguarda il farmaco di Moderna l’Italia ha già opzionato oltre 10 milioni di dosi ed inoltre con un’altra trattativa quasi certamente si arriverà subito a 20 milioni di dosi, per la precisione 21 milioni e 600mila fiale. Poco dopo, inoltre, sempre l’ema potrebbe approvare i farmaci di CureVac, J&J, AstraZeneca e Sanofi. Inoltre proprio con AstraZeneca, l’Italia potrà dare il calcio definitivo alla pandemia, visto che con l’azienda è stato stipulato l’accordo per un gran numero di dosi.