Campania, il presidente Anci chiede lo stato d’emergenza al governatore

Il presidente dell’Anci ha inviato una lettera al governatore della Campania in cui chiede lo stato di emergenza per la Campania a seguito dei danni causati dal maltempo

Il presidente dell’Anci Campania e sindaco di Caserta, Carlo Marino, ha inviato una lettera al governatore Vincenzo De Luca in cui si chiede di decretare lo stato di emergenza a causa delle “abnormi precipitazioni piovose e venti fortissimi, che hanno causato ingenti danni al patrimonio pubblico e privato in moltissimi Comuni della nostra regione”.

LEGGI ANCHE—> Meteo, instabilità su gran parte d’Italia: lieve miglioramento da domani

Le precipitazioni degli ultimi giorni hanno portato a numerosi cedimenti stradali, frane e smottamenti. Sono ceduti solai, recinzioni e molti alberi in alcuni comuni sono caduti al suolo. “Nell’attesa che le strutture operative comunali al termine delle attività coordinate, trasmettano alla Protezione civile regionale una relazione conoscitiva sulla stima dei danni complessivamente subiti dai singoli Comuni, le chiediamo l’attivazione di aiuti sovracomunali mediante la dichiarazione dello stato di emergenza per calamità naturale”.

Campania, la situazione meteorologica

Maltempo Campania

La situazione meteorologica in Campania è ancora instabile. Dopo i temporali e le mareggiate dei giorni scorsi, il pericolo non è ancora scampato. La Protezione Civile ha diramato l’allerta meteo arancione per il “persistere di precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale”.

LEGGI ANCHE—> Merito della Repubblica, 36 onorificenze: 3 sono napoletani

La fase di instabilità, almeno in Campania, dovrebbe durare fino a fine anno. Le autorità, però, sono a lavoro per la messa in sicurezza e per evitare nuovi danni ambientali e strutturali.