Rissa a Napoli, i carabinieri arrestano tre persone a piazza Garibaldi

Rissa a Napoli in piazza Garibaldi, i militari fermano tre uomini: uno doveva trovarsi a Casagiove agli arresti domiciliari

Napoli blitz anticamorra
Carabinieri Napoli (foto Twitter)

Ancora risse e violenze a Napoli. La scorsa notte nella centralissima piazza Garibaldi i carabinieri hanno arrestato tre persone di nazionalità marocchina di 33, 45 e 47 anni (già note alle forze dell’ordine) mentre si affrontavano tra loro con calci e pugni.

Per uno dei tre la posizione giudiziaria è più grave e dovrà risponde anche del reato di evasione. Il 33enne, infatti, dopo una condanna per tentato furto, era stato sottoposto alla misura di arresti domiciliari a Casagiove, in provincia di Caserta.

I fatti della scorsa notte sono simili a quelli accaduti alcune notti fa non lontano da piazza Garibaldi. A Porta Nolana due uomini, padre e figlio, erano rimasti feriti da un arma da taglio e entrambi erano stati soccorsi in due diversi ospedali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pomigliano, agguato a un pregiudicato: indagano i carabinieri

Rissa a Napoli, secondo episodio dopo pochi giorni

Piazza Garibaldi e Porta Nolana, dove si trovano la stazione centrale e il capolinea della Circumvesuviana, sono stati teatri negli ultimi tempi di episodi di violenza in modo più frequente. Le zone, purtroppo, sono note perché fatti del genere non avvengono di rado soprattutto in tarda serata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mafia, colpo al clan di Matteo Messina Denaro: 13 fermi

Nella notte tra sabato e domenica un uomo di 51 anni, Gennaro Martino e suo figlio Ciro, di anni 32, sono rimasti feriti a Porta Nolana. Il padre era stato trasportato all’Ospedale del Mare mentre il figlio ai Pellegrini. Ciro Martino aveva raccontato di essere stata aggredito da tre persone.