Coronavirus, il bollettino del 14 dicembre: 12.030 contagiati e 491 morti

La Protezione Civile, come di consueto, ha riferito i dati sulla diffusione del Coronavirus in Italia: i dati del bollettino del 14 dicembre.

Coronavirus bollettino 14 dicembre
Protezione Civile (via WebSource)

L’Italia prova ad arrivare al periodo natalizio riducendo il più possibile i danni ed i contagi causati dal Covid-19. Il Governo, negli ultimi giorni, stava provando a ragionare su delle disposizioni leggermente meno restrittive per le feste. Le immagini di ieri, però, degli assembramenti nelle grandi città italiane hanno fatto cambiare idea. L’esecutivo, ora, ha deciso di prendere provvedimenti più rigorosi. Anche il Comitato tecnico-scientifico ha chiesto norme che possano impedire la diffusione del contagio.

Il dato quasi certo è che delle distrazioni ora, porterebbero ad una terza ondata nel mese di gennaio. Il rischio, quindi, è quello che tra un mese bisognerà chiudere nuovamente le attività e non si potrebbero riaprire le scuole come auspicato dall’esecutivo ed in particolar modo dalla ministra Azzolina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, arriva il test 4 in 1: distingue il virus da influenza e polmonite

Coronavirus in Italia, il bollettino del 14 dicembre nel dettaglio

Coronavirus bollettino 14 dicembre
Il bollettino sulla diffusione del Coronavirus in Italia del 14 dicembre (Protezione Civile)

Coronavirus, bollettino di oggi:

• 12.030 contagiati
• 491 morti
• 22456 guariti

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid, viceministro Sileri non esclude obbligo tra un anno

Le strutture ospedaliere italiane, nelle ultime 24 ore, hanno processato 103.584 tamponi. Il tasso di positività resta sopra il 10% pur subendo una impercettibile diminuzione: 11,6% (-0,1%).

Calano le terapie intensive: -63 posti occupati in tutta Italia. Per ciò che concerne le degenze ordinarie, invece, si registra un leggero aumento: +30 ricoveri nelle ultime 24 ore. Il Governo, quindi, sta valutando la possibilità di intervenire con misure più restrittive per le feste natalizie e gli inizi di gennaio.