Sanità Calabria, Longo: “Non ho paura! Piena collaborazione con Strada”

Guido Longo, nuovo commissario straordinario per la Sanità in Calabria, è intervenuto a ‘Otto e mezzo’ in onda su La7.

Calabria Longo
Guido Longo (Screenshot La7)

Dopo una lunga serie di nomine, gaffe e dimissioni, la Calabria ha un commissario per la sanità. Si tratta di Guido Longo, ex prefetto in pensione da due anni. A lui si devono gli arresti di numerosi latitanti nel corso degli anni. Poteri sufficienti per il nuovo incarico, gli verranno poi affiancate figure come finanzieri per controllare i bilanci e manager esperti di ospedali. Lo stesso Longo conferma, rispondendo alle domande di Lilli Gruber: “Così è previsto nell’ultima disposizione di legge, la 150, per cui i poteri ci sono. Tranquillo? Dipende da me, da come saprò lavorare. Di che cosa ho paura? Io non ho mai avuto paura nella mia attività ormai quarantennale. Ho sempre fatto quello che è previsto dalla legge, applicando la legge”.

LEGGI ANCHE –> Conte e l’uso improprio della scorta, la procura di Roma indaga

Calabria, Longo contro la ‘ndrangheta

Calabria Longo

La Gruber chiede poi chi potrebbero essere i nemici del nuovo commissario in Calabria. La risposta di Longo è chiara: “In Calabria come sappiamo insiste la ‘ndrangheta. Insiste un po’ di malaffare, un po’… Forse troppo di malaffare e quindi spetta a me evitare che ciò si inneschi in un sistema sanitario calabrese”.

La conduttrice prosegue con una battuta sulla moglie, dopo la rinuncia all’incarico di Gaudio, motivata con il rifiuto della moglie di trasferirsi a Catanzaro. Longo è stato icastico: Non mi ha fatto mai problemi mia moglie, è funzionaria di polizia e sa bene come vanno queste cose. Contento di Gino Strada? Sì assolutamente, ci siamo già sentiti per cui spero in una sua collaborazione. Dobbiamo collaborare tutti, se vogliamo raggiungere dei risultati. Raggiungere risultati concretamente significa una territorialità delle prestazioni sanitarie per le quali bisognerà aumentare il trend di qualità. L’altro risultato è sanare in qualche modo o ripristinare una situazione di equilibrio di bilancio che al momento non esiste. Ripristinare la legalità? Certo”.

Infine Lilli Gruber dà il suo in bocca al lupo per un “incarico non facile”, Longo ringrazia e ammette col sorriso: “Lo so perfettamente, grazie a voi”.

LEGGI ANCHE –> Maradona, l’ultimo commovente messaggio audio – VIDEO