Coronavirus, sospese attività allevamenti visoni in Italia

Coronavirus, sospese attività allevamenti visoni in Italia. All’estero gli animali hanno causato la mutazione del Covid

Cronavirus visoni
Getty Images

Fino a febbraio prossimo tutte le attività degli allevamenti di visoni in Italia sono sospese per il rischio epidemiologico dovuto al Covid che ha già investito il resto d’Europa. Lo ha deciso il ministro della Sanità Roberto Speranza con un’ordinanza.

Il caso era scoppiato in Danimarca. Si era scoperto che il virus era mutato con il cosiddetto salto di specie uomo-animale e viceversa. Il paese scandinavo aveva così preso misure drastiche abbattendo migliaia esemplari tra le proteste degli animalisti locali e di altre nazioni. Ma la Danimarca non è stato l’unico paese che ha preso questa decisione. Anche in Grecia sono stati abbattuti migliaia di esemplari.

Non sono molti gli allevamenti in Italia fa sapere il ministero della Sanità ma si è scelto comunque di seguire la massima precauzione così come raccomandato anche dal Comitato Tecnico Scientifico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, chiedevano il pizzo a Piazza Mercato: tre gli arresti

Coronavirus, visoni: controlli negli allevamenti sospetti

Non è escluso però che anche nel nostro paese possano esserci abbattimenti come in Grecia e in Danimarca ma sarà solo l’ultima spiaggia. In caso di infezioni sospette l’autorità competente porrà sotto sequestro l’allevamento. Nel caso in cui dovessero essere accertati casi Covid, a quel punto si procederà all’abbattimento.

Il caso aveva creato molte polemiche in Danimarca, il primo paese dove ci sono allevamenti accorgersi di casi covid negli animali. Il ministro dell’Agricoltura Mogens Jensen si era dimesso per protestare contro la decisione dell’abbattimento. Solo qualche giorno, però, la ministra della Sanità Ellen Trane Nørby ha annunciato che con molta probabilità il nuovo ceppo di virus individuato “probabilmente è stato individuato”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mafia, a Catania 101 arresti: smantellate 12 piazze di spaccio