Covid, senza cenone di Natale e Capodanno in fumo 5 miliardi di euro

Continua ad avere un impatto economico il Covid, infatti senza il cenone di Natale e Capodanno andranno in fumo 5 miliardi.

Covid Cenone
L’impatto del mancato cenone sull’economia (WebSource)

L’impatto del Covid-19 sull’economia mondiale continua ad essere devastante, specialmente se a causa della pandemia ci saranno un Natale ed un Capodanno senza cenone. Infatti al momento sono ben dieci i milioni di abitanti a cui interessa lo spostamento tra le regioni. Proprio questi dieci milioni, permetterebbero all’economia di smuovere diversi milioni di euro.

Tutto questo scenario emerge dall’ultima analisi Coldiretti/Ixè viste le misure previste per la necessità di contenere il contagio Covid. Questa per coldiretti è anche un’opportunità per il turismo con una spesa che si stima aggirarsi intorno ai 4,1 miliardi nelle strutture impegnate nell’ alloggio, alimentazione, shopping, souvenir e trasporti. Inoltre secondo le due associazioni, 1/3 delle spese di italiani e stranieri è destinata all’alimentazione. Andiamo quindi ad analizzare i numeri di Coldiretti ed Ixè.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid e Natale, si va verso la prudenza: cosa potrebbe cambiare

Covid, il cenone e la perdita di miliardi: altro colpo all’economia

Covid cenone
Cosa potrebbe succedere nel periodo natalizio (Getty Images)

Secondo Coldiretti la riduzione dei commensabili è destinata a creare creare diversi tagli in diversi consumi. Infatti ci sarà una riduzione di 70 milioni di chili tra pandori e panettoni, 74 milioni di bottiglie di spumante, tonnellate di pasta, 6 milioni di chili tra cotechini e zamponi e frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci.

Tutti questi alimenti, infatti saranno risparmiati nel prossimo cenone a causa del Coronavirus che impedirà alle famiglie di riunirsi. Saranno delle festività più sobrie, con meno brindisi. L’ultimo taglio ai consumi darà anche l’ultima mazzata all’Economia italiana. Infatti l’anno si chiuderà con una riduzione record del -12%, traducibile in una perdita secca di 30 miliardi di euro. Inoltre queste perdite andranno a colpire anche le attività come bar, ristoranti e pizzerie, già precedentemente colpite dalle limitazioni del Covid-19.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Scuola, prosegue la DAD: quando riapriranno gli Istituti

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !