Scuola, prosegue la DAD: quando riapriranno gli Istituti

Tiene ancora banco la questione sulla riapertura della Scuola, con la DAD che continuerà almeno fino all’inizio del 2021: la situazione.

Scuola Dad
Prolungata la didattica a distanza (Getty Images)

L’Italia inizia a vedere i primi spiragli di luce nella seconda ondata, con un lieve ma progressivo miglioramento della situazione Covid-19. Così si inizia a parlare di prime riaperture, anche se il Governo è pronto a proseguire con i piedi di piombo. Infatti nelle ultime uscite Conte ha ricordato di non voler fare gli errori della stagione estiva e di rimandare tutte le riaperture. Infatti fino al termine dell’anno anche le scuole dovrebbero rimanere chiuse.

Infatti fino al termine dell’anno la scuola sì continuerà, ma con la DAD. Una scelta che di certo farà storcere il naso alla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ma necessaria per non vedere un nuovo aumento di casi. Una terza ondata di Covid-19, infatti, sarebbe un colpo duro non solo per la classe politica, ma per l’intera economia del paese, rallentata proprio all’inizio del 2021 che ci dovrebbe traghettare verso la fine della pandemia. Andiamo quindi a vedere la situazione scuola nel paese.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid-19, morto il responsabile medico del carcere di Secondigliano

Scuola, continua la Dad fino alla fine del 2020: il monito del Governo

Scuola DAD
Si prosegue con la didattica a distanza (Getty Images)

Al momento anche il Governo è favorevole ad un momentaneo prolungamento della didattica a distanza. Infatti è proprio Conte che ha invitato tutti, classe politica compresa, a non abbassare la guardia. Eppure il nuovo Dpcm che entrerà in vigore a partire dal 3 dicembre potrebbe prevedere piccoli allentamenti, come un momentaneo allungamento del coprifuoco fino alla mezzanotte.

Questione differente per le scuole, che rimarranno chiuse anche nelle regioni gialle. Ma presidi degli istituti questa è una sconfitta per l’intero paese. Ad esprimersi sulla situazione ci ha pensato Antonello Giannelli, presidente dell’associazione nazionale presidi, che a La Repubblica ha affermato che sarebbe impensabile terminare l’anno così. Anche se lo stesso Giannelli ha ricordati che è fondamentale chiudere l’anno tra i banchi, ma solo se viene garantita la sicurezza degli alunni.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino coronavirus, Fauci assicura: “Sarà sicuro nonostante i tempi rapidi”

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !