Coronavirus, il bollettino del 22 novembre: 28.337 contagiati e 562 morti

La Protezione Civile, come di consueto, ha rilasciato i dati sulla diffusione del Coronavirus in Italia: il bollettino del 22 novembre.

Coronavirus bollettino 22 novembre
Protezione Civile (via WebSource)

L’Italia inizia a raccogliere i frutti amari delle restrizioni applicate nelle ultime settimane. Da quando il Governo ha deciso di dividere il Paese in tre zone: gialla, arancione e rossa. In questo momento, molte Regioni si trovano nella terza area a causa dell’elevato numero di contagi e l’indice Rt superiore all’1,5.

Dalla prossima settimana, però, potrebbero arrivare novità. Alcune zone, infatti, iniziano a dimostrare un calo della curva epidemiologica e quindi chiedono una revisione della loro posizione. Tra tutte figurano il Piemonte e la Lombardia, due delle Regioni che si trovano in zona rossa sin dal decreto del Governo Conte.

Agli inizi di dicembre, inoltre, sono previste altre misure. Si comincia anche a pensare a ciò che sarà il Natale di quest’anno. Le feste, di solito giorni di raccoglimento e ritrovo di familiari ed amici, non avranno il solito spirito gioioso. Molto probabilmente, infatti, arriveranno diverse norme per il periodo natalizio ed il Capodanno. Sarà decisivo mantenere il controllo durante quei giorni perché si rischia una terza ondata tra la fine di gennaio e gli inizi di febbraio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, senza cenone di Natale e Capodanno in fumo 5 miliardi di euro

Coronavirus, il bollettino del 22 novembre nel dettaglio

Coronavirus bollettino 22 novembre
Il bollettino del 22 novembre in merito alla diffusione del Coronavirus in Italia (Protezione Civile)

Coronavirus, bollettino di oggi:

28.337 contagiati
• 562 morti
• 13574 guariti

Le strutture ospedaliere, in tutta Italia, hanno processato 188.747 tamponi nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività resta stabile, ma subisce un leggero aumento: 15,0% (+0,4%).

Cresce ancora, inoltre, il numero di ospedalizzazioni. Per le terapie intensive si registra un +43 mentre c’è un +216 per i ricoveri.

LEGGI ANCHE >>> Covid e Natale, si va verso la prudenza: cosa potrebbe cambiare