Vaccino Covid, l’Ema annuncia: “Revisione accelerata farmaco Moderna”

Altri passi in avanti per il vaccino anti-Covid, con l’Ema che dà un’accellerata alla revisione del faramco di Moderna, casa statunitense.

Vaccino Covid
Si accellera la revisione sul farmaco di Moderna (Getty Images)

L’Agenzia europea del farmaco, Ema, ha avviato una revisione accellerata del farmaco di Moderna, casa farmaceutica made in Usa. Infatti il secondo vaccino anti-Covid che potrebbe dare risultati entusiasmanti è proprio quella di Moderna, spinto anche dal virologo Anthony Fauci. Il farmaco della casa statunitense si basa sul mRna. Inoltre le revisioni del Comitato per i medicinali a uso umano (Chmp) si baseranno su risultati preliminari e non dati clinici.

Secondo i dati riportati dall’Ema, il farmaco di Moderna permetterebbe all’organismo di produrre anticorpi e cellule T, che prendono di mira il virus. Così il Comitato ha deciso di valutare il primo lotto di dati sul vaccino, che provengono direttamente dagli studi in laboratorio. Inoltre il farmaco è già testato su migliaia di volontiari, e ben presto offrirà risultati clinici su larga scala. Inoltre l’Ema ha aggiunto che, appena sararanno disponibili, saranno pubblicati i dati sulla sicurezza del vaccino.

Infatti la revisione dell’Ema continuerà fino a che non si avranno prove sufficenti a stabilire l’efficacia del vaccino. Solo allora ci sarà l’autorizzazione per la commercializzazione del farmaco. I standard con cui sarà valutato il vaccino saranno i soliti, ossia, di efficacia, sicurezza e qualità. Inoltre, visto la necessità, la valutazione comprenderà tempi più brevi rispetto ad una valutazione regolare.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, 763 controlli della Guardia di Finanza: caldo weekend di transizione

Vaccino Covid, l’Ema valuta il farmaco di Moderna: come agisce sul corpo

vaccino Covid
L’Ema testa il farmaco prodotto da Moderna (Getty Images)

Stando alla revisione dell’Ema, l’mRna dovrebbe funzionare preparando il corpo a difendersi dall’infezione da Sars-Cov-2. Infatti grazie alla proteina Spike il virus entra nelle cellule. Il vaccino mRna-1237 al suo interno avrà delle istruzioni genetiche per l’organismo, che così potrà subito individuare il virus, producendo difese naturali, ossia anticorpi e cellule T, che agiranno contro la Proteina Spike.

Così la persona vaccinata, in un secondo momento entrerà in contatto con il Covid-19, ma stavolta il sistema immunitario riconoscerà il virus e sarà pronto ad attaccarlo. Grazie al vaccino mRna-1237, anticorpi e cellule T riusciranno ad uccidere il virus, impedendo l’ingresso nell’organismo ed uccidend le cellule infette.

Con una revisione progressiva, l’Ema rivedrà i dati del farmaco di Moderna non appena saranno disponibile, prima che verrà presentata una domanda formale. Solo quando il Comitato deciderà che id ati raccolti siano sufficenti, allora si procederà alla domanda formale. Così il Comitato del Farmaco darà una sua opinione sul vaccino, decidendo se commercializzare o meno il farmaco di Morderna.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Avellino, festa in casa interrotta dalla Polizia: 8 persone multate

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !