Coronavirus, Locatelli: “Fase ancora critica, primi segnali positivi”

Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componente del Cts, ha parlato della situazione Coronavirus in Italia.

Coronavirus
Medici ed infermieri in tempi di Covid-19 (Getty Images)

Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componente del Cts, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Rai 3. L’esperto, impegnato in prima linea nell’emergenza Covid-19, è intervenuto come ospite nella trasmissione Mezz’ora in più.

Secondo la sua opinione “cominciamo a vedere l’effetto delle prime misure”. Anche se, quest’oggi, il bollettino nazionale riporta un tasso di positività in aumento dell’1%. “L’indice di contagiosità attualizzato è sceso in maniera importante nel Paese, da 1,7 a poco più di 1,4. Se uno paragona i numeri di ieri con quelli del venerdì precedente abbiamo più o meno 2.500 contagiati di meno”, spiega Locatelli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Campania, il bollettino del 15 novembre: 3.771 nuovi casi

Coronavirus, la situazione in Italia secondo Locatelli

Coronavirus
I test per il Covid-19 (Getty Images)

L’invito, ovviamente, è quello di continuare a seguire le regole imposte dal Governo per frenare il contagio. Non si può minimamente abbassare la guardia ora come ora perché “siamo ancora in una situazione decisamente critica, non vorrei minimamente aver dato messaggio eccessivamente rassicurante”.

Locatelli, inoltre, ha voluto chiarire la questione del tasso di mortalità elevato nel nostro paese a causa della pandemia rispetto ad altre nazioni. “Abbiamo un’età di popolazione più avanzata rispetto a tanti altri Paesi – spiega Locatelli – e pur vivendo di più abbiamo una quota di anziani non invecchiata in salute. L’età di chi perde la vita è la stessa della scorsa primavera”.

In ogni caso, primi segnali di ripresa si notano. “Il numero dei ricoveri si è ridotto di più della metà e si è ridotto abbondantemente del 50% anche il numero dei ricoveri nelle terapie intensive. Cominciamo a vedere tutti gli effetti delle misure che sono state prese”, conclude Locatelli.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 15 novembre: 33.979 contagiati e 546 morti