Covid, Conte accetta la sfida: “Prepariamoci alla rinascita”

Il premier Conte accetta la sfida della pandemia da Covid-19. Infatti il Presidente del Consiglio invita tutti a prepararsi alla rinascita.

Covid Conte
Il presidente del consiglio si prepara alla rinascita del paese (Getty Images)

Un ottimista Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, si è pronunciato sulla situazione Covid alla cerimonia per l’apertura dell’anno accademico dell’università Luiss Guido Carli. Infatti il premier ha ricordato che l’anno che verrà non sarà facile e seppur queste parole non sembrano attuali, doppiamo prepararci alla rinascita. Conte ha ricordato che con l’impegno di tutti, il Paese riuscirà a rinascere ed a tornare ad una vita più serena.

Delle parole di speranza quelle del Premier Conte, che ha provato a dare agli studenti della Luiss Guido Carli un messaggio di positività in attesa della fine del virus. Infatti il Covid-19 si è presentato come una grande sfida, dove l’Italia e l’Europa stanno facendo fatica a contenere la seconda ondata.

Una risposta positiva però potrebbe arrivare dalla ricerca, con il vaccino Pomezia-Oxford alla fase 3 di sperimentazione. Mentre invece, oltreoceano, Pfizer-Biontech annunciano che il loro vaccino è sicuro al 90% e tra poche settimane verrà chiesta l’autorizzazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid vaccino, buone notizie: farmaco Pfizer-BionTech efficace al 90%

Covid, Conte annuncia: “Governo impegnato nel piano di rilancio”

Covid Conte
Le parole del Presidente Conte alla Luiss di Roma (foto Facebook Presidenza del Consiglio)

Il Presidente Conte ha ricordato agli studenti che la seconda ondata ha colpito con violenza, ma nonostante ciò il Governo è impegnato nella nella predisposizione del piano di rilancio. Inoltre i nuovi investimenti, finalmente, comprenderanno anche la ricerca e la formazione. Il premier ha ricorda.

Per Giuseppe Conte il popolo italiano sicuramente saprà come superare le difficoltà che la pandemia impone. L’obiettivo primario del presidente del consiglio è quello di proteggere le persone più deboli e quelle che sono maggiormente minacciate dalla pandemia.

Infine il premier ha concluso affermando: “Nella predisposizione del Piano di rilancio un’attenzione primaria agli investimenti nella formazione e nella ricerca. Siamo consapevoli di quanto il livello degli investimenti nella ricerca sia inadeguato“. Quindi con il Piano di Rilancio, Conte è pronto ad invertire la tendenza offrendo finalmente fondi alla ricerca ed alla formazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, De Luca: “Operazione trasparenza, chiesto confronto con Speranza”

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !