Comuni sciolti per mafia, rinviate le elezioni previste a novembre

Elezioni Comuni sciolti per mafia, causa Covid le elezioni in programma il 22 e 23 novembre in alcuni comuni sono si terranno entro marzo 2021 

Comuni
Vittoria, provincia di Ragusa

dei Ministri non ha approvato solo il decreto ristori bis che dà aiuto alle imprese obbligate alle chiusure totali o parziali ma ha approvato anche un decreto-legge che a causa della situazione epidemiologica rinvia a data da destinarsi le elezioni comunali dove i consigli erano stati sciolti per infiltrazione della criminalità organizzata.

Era stata anche fissata la data degli eventuali ballottaggi a due settimane successive dal voto, il 6 e 7 dicembre. Ora una data ufficiale non c’è perché il decreto rinvia le elezioni “entro il 31 marzo 2021“.

I Comuni interessati erano quattro in Calabria e due in Sicilia. Nella prima Regione ci sono Casabona e Crucoli, in provincia di Crotone, e Delianuova e Siderno, in provincia di Reggio Calabria. Sull’isola i Comuni di Vittoria in provincia di Ragusa e San Biagio Platani, in provincia di Agrigento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Decreto ristori bis, fondi perduti per le imprese e stop ad alcune tasse

Prolungato lo stato d’emergenza acqua alta a Venezia

Dopo un anno che i territori del Comune di Venezia furono sommersi dall’acqua alta in laguna, nonostante l’innalzamento delle prime paratie a ottobre scorso che avevano scongiurato l’allagamento della città (il Mosè però deve essere ancora completato per il 5% dei lavori), è stato ancora prolungato lo stato d’emergenza dopo gli eventi di un anno fa.

Il maltempo sommerse Venezia il 12 novembre 2019 e due giorni dopo il governo proclamò lo stato di emergenza. La proroga di dodici mesi –  si legge nella nota di Palazzo Chigi – è necessaria “per completare gli interventi necessari al superamento dello stato d’emergenza deliberato il 14 novembre 2019”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Conte: “A inizio settimana i primi bonifici del Decreto Ristori”