Maradona resta sotto controllo. Il medico: “Forse ha astinenza da farmaci”

Diego Maradona sta meglio dopo l’operazione ma deve restare sotto osservazione. Il medico che l’ha operato: “Abbiamo anche ballato”

Maradona
Diego Armando Maradona (Getty Images)

Leopoldo Luque è il neurologo che ha operato Diego Armando Maradona. Attualmente l’ex campione argentino è ancora ricoverato anche se le sue condizioni sono migliorate. Secondo i media locali l’ex Pibe de oro vorrebbe dimettersi ma i medici vogliono tenerlo ancora sotto osservazione.

Ci sono “processi di confusione” emersi nel percorso post-operatorio ha detto il medico. Diego resterà in ospedale ancora qualche giorno perché questi episodi sono stati associati ad astinenza da farmaci. Il medico ha affermato che questi giorni di trattamento per lui sono una grande opportunità per rimettersi in sesto con la saluta. “Abbiamo anche ballato” he detto il neurologo, confermando che l’ex campione sta meglio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Buone notizie per Maradona, riuscito l’intervento al cervello

Maradona, il neurologo: “La ripresa è sorprendente”

Diego Armando Maradona il 2 novembre era stato ricoverato. Secondo le prime notizie aveva problemi a camminare e causa di un collasso psicologico dovuto della pandemia (secondo persone a lui vicine sta soffrendo molto la situazione) e per la morte del cognato, vittima di Covid-19.

Una risonanza magnetica aveva rivelato un ematoma subdurale e al momento dell’arrivo in ospedale c’erano anche segni di disidratazione e depressione.

Il mondo dello sport sui social si era “mobilitato” per lui e dopo i messaggi di buon compleanno il 30 ottobre i profili erano stati convertiti in messaggi di auguri di una pronta guarigione. Il neurologo Leopoldo Luque aveva già parlato alla stampa dicendo che la ripresa di Maradona era sorprendete, veloce e senza troppe complicazioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rossi, altro tampone positivo: “Situazione triste e difficile”