Covid, ad Ischia la protesta degli stagionali: “La pandemia ci rende poveri”

Scendono in piazza, domani ad Ischia, i lavoratori stagionali del turismo, che denunciano il loro stato di povertà causato dal Covid-19.

Covid ischia
Domani la protesta nell’isola ischitana (via Getty Images)

Il Covid riversa le persone in piazza anche ad Ischia. Infatti, nell’isola napoletana scenderanno domani in piazza i lavoratori stagionali del turismo. Una manifestazione prevista per le ore 9:30 all’Antica Reggia, con i lavoratori che si raduneranno ai piedi del municipio per protestare. Infatti, in seguito alle nuove norme, aspettano mesi duri tutti i lavoratori dell’isola, rappresentati solamente da un comitato nato nei mesi scorsi.

La manifestazione è prevista per la giornata di domani, venerdì 5 novembre alle ore 9:30, dove i lavoratori metteranno in scena un sit-in nel pieno rispetto delle norme sul distanziamento sociale. Tra gli obiettivi del sit-in c’è anche il mostrare la povertà dilagante che serpeggia nell’isola dopo tre mesi di lockdown. Inoltre nemmeno la stagione turistica stavolta ha aiutato l’isola, infatti quest anno si è assistito ad un flusso minore di turisti proprio a causa della pandemia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Campania in zona gialla, De Magistris: “Siamo preoccupati”

Covid, ad Ischia la protesta dei stagionali: “Paga ridotta all’osso e sussidi mai arrivati”

Covid Ischia
La protesta nell’isola lo scorso agosto (WebSource)

Nella giornata di domani, i stagionali denunceranno la loro paga ridotta all’osso ed i sussidi e bonus promessi dal governo, ma mai arrivati ad Ischia. Una manifestazione che avverrà alla vigilia di un inverno che si annuncia ricco di incognite, specialmente a causa della seconda ondata di Covid-19 che sta invadendo il paese.

La situazione di povertà nell’isola ischitana è confermata anche dalle numerose richieste d’aiuto alla Caritas diocesana locale. A spiegare il motivo della manifestazione ci ha pensato Gennaro Savio, volto combattivo del piccolo PCIML, il partito comunista italiano marxista leninista, con sede proprio ad Ischia.

Savio ha spiegato che tra le richieste dei manifestanti ci sarà l’immediata sospensione delle strisce blu, ma soprattutto la richiesta di sussidi e bonus per tutti coloro che a breve verranno licenziati. Inoltre Savio ha concluso con un invito ai sei sindaci locali, affermando che è il momento di mettere da parte chiacchiere ed ipocrisia politica, per promuovere interventi concreti per il popolo.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Omicidio 19enne Casalnuovo, l’assassino si è costituito

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !