Covid, l’opinione di Sassoli: “Nessuna paura per misure drastiche”

E’ mancata la preparazione alla seconda ondata da Covid, con queste parole, David Sassoli chiede di non aver paura delle soluzioni drastiche.

Covid Sassoli
Le parole del presidente del Parlamento Europeo (Getty Images)

La situazione Covid-19 è diventata preoccupante in Italia. Cresce a dismisura, ogni giorno, il tasso di contagio Rt che ha raggiunto il valore 1,7 come riportato anche dall’Istituto Superiore della Sanità. Al momento il governo italiano, dopo l’ultimo Dpcm sta attendendo ancora nel prendere decisioni più restrittive, aspettando così di vedere se funzionano le misure dell’ultimo decreto.

Questa mattina è tornato a parlare sulla situazione Covid in Italia, anche il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli. Il giornalista e politico italiano, infatti, ha ricordato che ci sono state molte falle nel preparare l’inevitabile seconda ondata. Infatti in estate, come riporta il presidente, si è pensato più ad alcuni interessi politici, piutttosto che prepararsi alla seconda ondata. Andiamo quindi a vedere le parole del Presidente del Parlamento Europeo sulla situazione italiana.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, Galli avverte: “Situazione diventata preoccupante”

Covid, Sassoli invita alla prudenza: “Non abbiate paura di ulteriori restrizioni”

Covid Sassoli
David Sassoli dice la sua sulla situazione Covid (Pixabay)

Così il poresidente del Parlamento Europeo è tornato a dire la sua affermando: “Dovevamo prepararci meglio alla seconda ondata, tutti sapevano che sarebbe arrivata. Oggi la logica della chiusura non è più un tabu per nessuno“. Anche Sassoli, quindi, indica un nuovo lockdown come la misura necessaria per fermare il prima possibile questa nuova ondata di virus, ricordando che tutti i paesi stanno adottando misure drastiche.

Infine lo stesso David Sassoli ha affermato che durante l’estate sono stati passati messaggi sbagliati, con l’agenda politica che sembrava fare solamente l’interesse dei politici stessi. Poi il presidente del Parlamento Europeo si è detto fiducioso sui tempi del bilancio europeo con i Bond comuni che finanzieranno il recovery, dopo la trattiva con gli Stati per evitare tagli importanti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Governo, non sarà lockdown totale: pronte chiusure di città e comuni

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !