Coronavirus nel mondo: balzo positivi in Usa, nuovi casi in Cina

Coronavirus nel mondo, negli Stati Uniti sono oltre 500mila i novi positivi in una settimana. In Cina 42, il numero più alto da agosto

coronavirus
Getty Images

Negli Stati Uniti nell’ultima settimana è stato registrato un numero record di nuovi contagi. Sono 500mila, vale a dire mediamente 71mila al giorno. Varie sono le misure adottate, diverse da Stato a Stato ma anche da città a città.

A Newark c’è il coprifuoco, a El Paso, in Texas, lockdown per due settimane dove sarà proibito uscire di casa mentre a Chicago non sarà più possibile mangiare all’interno dei ristoranti ma sarà attivo solo il servizio d’asporto.

Nella giornata di ieri 73mila nuovi contagi e 985 morti. Sono poco più di 8 milioni e 700mila i casi Covid-19 negli Stati Uniti e oltre 266mila i morti dall’inizio della diffusione del virus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lockdown in Francia, la chiusura scatterà dalla mezzanotte di giovedì

Coronavirus nel mondo: quasi 8 milioni di casi in India, lockdown in Germania

In Cina il numero più alto di contagiati dopo la prima ondata resta quello del 10 agosto con 44 casi e ieri sono stati registrati 42 nella regione dello Xinjiang, focolaio del mondo quasi un anno fa. Numeri relativamente bassi considerando la popolazione cinese e soprattutto il fatto che il Covid-19, diffusosi prima in Cina, ora lì pare essersi attenuato.

Oltre agli Stati Uniti il grande malato del mondo è l’India dove secondo la Johns Hopkins University nel paese sono morte 120mila persone mentre sono quasi 8 milioni le quelle contagiate. L’India infatti è secondo in questa triste classifica ma fortunatamente è anche alto il numero delle persone guarite che supera gli 8 milioni e 200mila persone.

In Germania su proposta della cancelliera Angela Merkel dal 4 novembre potrebbe esserci un lockdown su tutto il territorio nazionale. Chiuse tutte le attività, resteranno aperte solo scuole e asili.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Referendum in Cile, svolta storica: via la Costituzione di Pinochet