Covid, anche il ministro Boccia è positivo: in isolamento da giorni

Il Covid-19 colpisce anche il Francesco Boccia. Il Ministro agli Affari regionali è asintomatico ed in isolamento da giorni.

Covid Boccia
Il ministro è positivo al Coronavirus (WebSource)

Non si arrestano i nuovi contagi da Covid-19, con il virus che ha raggiunto anche il Ministro Francesco Boccia. Infatti il Ministro agli Affari regionali è risultato positivo al test per il Sars-CoV-2. Al momento le sue condizioni sembrerebbero essere più che ottimali. Infatti Boccia è asintomatico e da giorni è in isolamento fiduciario presso la propria abitazione.

A rendere nota la notizia ci ha pensato l’Ufficiostampa del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie. Nella nota pubblicata si legge: “Il ministro segue le procedure stabilite dalle linee guida del Ministero della Salute; l’attività ministeriale non subirà nessuna variazione di programma“. Andiamo quindi a vedere quali sono stati negli ultimi giorni gli appuntamenti di Boccia, che ha avuto un ruolo in primo piano per quanto riguarda la scuola.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid Campania, De Luca chiede il lockdown: “Non c’è tempo da perdere”

Covid, anche Boccia positivo: in programma l’incontro con le Regioni

Ministro Boccia
Il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia (Getty Images)

Negli ultimi giorni il Ministro agli Affari Regionali era stato in stretto contatto con la Ministra all’Istruzione, Lucia Azzolina, e proprio il premier Giuseppe Conte. Infatti i tre erano pronti ad incontrare le regioni per risolvere il caldissimo tema riguardante la Scuola.

Infatti nella giornata di ieri, Boccia ha fatto proprio da collante incontrando il governatore della Lombardia Attilio Fontana. Con il controverso governatore si è discusso sul tema Scuola, insieme a loro era presente anche il sindaco di Milano, Beppe Sala. La volontà del Ministro è quella di riprendere l’attività didattica all’interno degli istituti. Inoltre tra gli obiettivi di Boccia c’è quello di trovare un punto di incontro, che preveda sia la didattica in presenza che quella a distanza.

Adesso però il Ministro Boccia dovrà fermarsi a causa del virus, ma promette che non ci saranno grandi scombussolamenti sulla sua agenda. Infatti l’obiettivo principale resta sempre quello di risolvere i grandi enigmi provocati dalla pandemia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coronavirus Lombardia, Fontana: “Il lockdown si può evitare”

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !