Covid Campania, direttore Asl annuncia: “Rischiamo il collasso”

La situazione Covid-19 in Campania si fa complessa. Lo afferma il direttore dell’Asl Ciro Verdoliva, che annuncia il rischio di collasso.

Covid Campania
Le dichiarazioni del direttore generale dell’Asl (WebSource)

Questa mattina, durante un intervento radiofonico ha preso parola Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl di Napoli. Senza troppi giri di parole il direttore ha confermato le parole di Zuccarelli, affermando che c’è il concreto rischio di collasso. Infatti nella giornata di ieri Bruno Zuccarelli, vicepresidente dell’ordine dei Medici di Napoli aveva avanzato la sua previsione preoccupante.

Previsione che ha trovato manforte nelle parole di Verdoliva. Infatti per il direttore generale, Zuccarelli ha ribadito le parole pronunciate dall’Asl negli ultimi mesi, che aveva già avvertito di una situazione al collasso. In merito Ciro Verdoliva ha affermato che il momento è realmente delicato ed il vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Napoli ha solamente riportato la realtà dei fatti.

Inoltre il direttore generale dell’Asl di Napoli ha poi continuato dichiarando che, se non ci fosse stata l’ordinanza, non si sarebbero aperti 200 posti al Covid Center ed i 40 posti di degenza all’Ospedale del Mare, in attesa di aprire altri 72 posti di terapia intensiva.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Lavoro, a Napoli disoccupati occupano sede Consiglio Comunale

Covid Campania, Verdoliva annuncia: “Nuovi posti in terapia intensiva”

Covid Campania
Campania, confermata l’ordinanza in vigore (Facebook Vincenzo De Luca)

Ciro Verdoliva, direttore della Asl Napoli 1 Centro, ha ricordato che solamente a Napoli abbiamo: “5622 persone in isolamento domiciliare perché positive, 178 ricoverate in ospedale e altre 6023 a casa in sorveglianza perché a contatto stretto con positivi: oltre 11823 cittadini napoletani. Ad agosto erano 502 in tutto“.

Verdoliva si è anche pronunciato sul Covid Center che verrà aperto all’Ospedale del Mare, affermando che accoglierà i positivi asintomatici, che non potranno trascorrere il loro periodo di isolamento a casa. Proprio sulla nuova struttura, Verdoliva ha ricordato che i pazienti avranno a disposizione bagno in camera con doccia, il wifi, il telefono e tutti comfort per trascorrere l’isolamento.

Infine, il direttore generale dell’Asl ha ricordato che altri posti letto significa togliere posti letto per le attività chirurgiche non urgenti. Il direttore ha ricordato che l’obiettivo è curare tutti evitando il collasso. Infine, sulla nuova ordinanza di De Luca, affermando che la situazione attuale ha portato ad un inevitabile mini-lockdown.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Ue, annuncio vaccino Covid: firmato contratto con J&J

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !